Come arredare un soggiorno classico? I consigli da seguire

L’arredo del soggiorno classico e la sua disposizione hanno una funzione importante, perché questa stanza è come un biglietto da visita. Il salotto è il cuore della casa, il luogo dove si ritrova la famiglia e si accolgono gli amici. Deve rappresentare la nostra personalità e ci deve permettere di stare bene.

Tuttavia, non sempre è facile sapere come progettarlo e decorarlo. Prima di intraprendere la sistemazione di questa stanza, è importante studiarne la configurazione. Questo permetterà di ottimizzare al massimo la superficie che si ha a disposizione.

Se c’è una cosa che definisce un salone classico, è la raffinatezza, l’eleganza e il buon gusto. Uno stile caratterizzato da un gran numero di elementi, con ornamenti vistosi e accattivanti. La caratteristica principale dei mobili e degli accessori sono le linee piene e i disegni elaborati. Un tipo diverso di decorazione che, anche nel tempo, non passa mai di moda.

L’arredamento dei soggiorni classici non può essere fatto a caso mettendo una credenza antica e altri mobili a caso. Deve essere fatto con la massima cura, perché il minimo errore distruggerà completamente tutto il lavoro che è stato fatto.

Dopo aver visto come arredare un soggiorno moderno in maniera elegante, ora vediamo delle soluzioni che richiamano maggiormente la tradizione e le linee decorate. Ovviamente tutte queste regole non prescindono da quelle che seguono la forma della stanza, quindi se avete un soggiorno piccolo e/o un soggiorno rettangolare, leggete anche i consigli relativi a queste configurazioni particolari.

Il colore delle pareti in un soggiorno classico

Soggiorno classico con divano bianco e oro

Nell’interior design dei salotti eleganti, la linea dei mobili è complessa, stravagante, sorprendente e interessante. I colori della vernice dipendono soprattutto dall’illuminazione.

Se la stanza è troppo chiara, una tonalità pastello è perfetta. Mentre, se è molto scura, allora è preferibile usare il bianco sporco, il grigio o eventualmente si può optare anche per il colore giallo.

Ovviamente non bisogna dimenticare le dimensioni della stanza. Se il vano è grande la tonalità pastello e il giallo sono lussuosi, invece per ambienti piccoli un tono chiaro come il bianco è molto meglio.

Oltre alle varie tinte si può utilizzare la carta da parati, anche se è opportuno dire che bisogna fare una attenta considerazione a riguardo. Il rivestimento con disegni di forme classiche e temi floreali aiuta, in una certa misura, a rafforzare la potenza dei soggiorni classici. Soprattutto la carta da parati con oro o argento.

Se si chiede di che colore dipingere un soggiorno classico, gli esperti del design sconsigliano una tinteggiatura monocromatica oro. Per utilizzare invece la carta da parati i professionisti sono più propensi nel combinare la pittura con la tappezzeria. Un muro infatti può essere completamente tinteggiato e una parte può essere rivestita di carta da parati creando in queste modo un bellissimo effetto visivo.

Mobili e dettagli per arredare un soggiorno classico

Nell’arredamento del soggiorno classico bisogna stare attenti agli abbinamenti tra mobili e colore delle pareti. I mobili devono avere una tavolozza di colori un po’ più scura in modo da favorire il contrasto.

Molti confondono alcuni termini, e questo rende la scelta del mobilio non appropriata. Che un mobile classico sia sobrio non significa che sia insipido. Al contrario, in questo tipo di arredamento le linee sono esagerate, i disegni possono diventare davvero unici e avere un aspetto sconvolgente.

Un arredo classico più dettagli ha e meglio sarà l’ambiente del soggiorno. Ad esempio, un tavolino, oltre ad avere i sostegni in metallo, sarebbe bello se avesse degli ornamenti in oro o argento, per includere questi colori nella stanza e conferire una certa eleganza.

Il legno è l’ingrediente principale dei mobili, soprattutto quando si cerca di arredare un salone classico. Ciliegio, mogano o rovere sono quelli che vengono solitamente utilizzati in questo spazio. A tutto ciò bisogna aggiungere materiali come porcellana, bronzo e vetro. Quando si parla di metalli, l’alpacca e l’argento sono quelli preferiti dai decoratori che cercano di arredare un salotto classico, ma senza sembrare fuori moda.

Tra i mobili principali vanno inseriti una consolle, una grande vetrina o una cassettiera per riporre alcune oggetti e alle pareti si possono appendere dei quadri con belle cornici lavorate.

Soggiorno con arredamento classico

Il divano Chesterfield

Un vero soggiorno non è classico se non c’è un divano Chesterfield al suo interno. Questo oggetto di arredamento è realizzato su un modello del XIX secolo, originariamente pensato per l’alta società. Permette di avere la schiena dritta e ha caratteristiche molto particolari, come il bracciolo che è allo stesso livello dello schienale. Inoltre, l’intera parte posteriore è ornata da grandi bottoni ed è molto facile da riconoscere.

Attualmente è prodotto in diversi modelli, ma la pelle e il velluto sono quelli più utilizzati. Per quanto riguarda il colore si preferisce il bianco, che sta bene su tutto. Tuttavia, anche il marrone e il cioccolato sono ampiamente utilizzati nella decorazione. Tra l’altro, questo divano è molto apprezzato dai designer anche come punto classico in un soggiorno moderno. Ovviamente, un abbinamento audace di questo tipo deve essere fatto con attenzione, per non sembrare completamente fuori luogo.

I soprammobili

Gli oggetti decorativi realizzati in porcellana e vetro, come le stoviglie, devono essere visibili in una vetrina e possono essere distribuiti anche dei bicchieri di cristallo dal design esclusivo.

Le figure in porcellana sono un tassello che non deve mancare purché si abbinino all’intero ornamento della stanza. Se c’è un caminetto non c’è spazio migliore per posizionarli, insieme a un paio di poltrone, un enorme tappeto con motivi floreali e un tavolino posto al centro.

Ogni dettaglio è importante nell’arredamento del soggiorno classico: un lampadario sul tavolo della sala da pranzo, per incorporare l’acciaio o le piante da appartamento, e si può aggiungere uno specchio o appendere al muro piatti di porcellana fatti a mano o di alta qualità.

Per quanto riguarda la disposizione, valgono le regole e i consigli generali che abbiamo visto per posizionare i soprammobili nel salotto di casa.

Le luci e le tende

Per le luci, i led rovinano la magia del classico, essendo molto moderni. È meglio una lampada accattivante o i famosi lampadari. La cosa più importante dell’illuminazione è che deve essere appropriata. In realtà qui c’è poco da dire.

Per evitare l’ingresso del sole durante il giorno, le tende più adatte sono quelle spesse con un set più fine, le doppie tende in pratica. Quelle in pizzo sono le più utilizzate in questi spazi, anche se ci sono molte altre opzioni da prendere in considerazione. Bisogna solo cercare alcune idee classiche per la decorazione del soggiorno per trovare la tenda più adatta.