Come capire se il termostato del forno è rotto?

Chi passa tanto tempo in cucina lo sa bene: gli imprevisti sono dietro l’angolo. Può facilmente capitare di bruciare una pietanza o addirittura di bruciare una pentola o un utensile. A parte i piccoli imprevisti quotidiani può anche succedere che capitino dei guai che riguardano i nostri amati elettrodomestici, primo fra tutti il forno.

Ma quante volte abbiamo sentito la storia di qualcuno che ha seguito la ricetta, messo tutto in forno alla temperatura e per il tempo indicato e alla fine di tutto si è trovato o il piatto ancora crudo o, molto peggio, irrimediabilmente bruciato? La maggior parte delle volte i problemi legati alla temperatura del forno sono una cosa da poco, legati perlopiù a un malfunzionamento del termostato.

forno termostato

Per chi non lo sapesse il termostato è lo strumento di controllo di cui sono dotati tutti i forni che serve a mantenere costante nel tempo la temperatura del sistema. Se il nostro termostato ha deciso di mettersi a fare i capricci allora nessun piatto è al sicuro. Vediamo quindi cosa bisogna fare per assicurarsi se il termostato funziona a dovere e cosa si deve fare nel caso ci sia qualche guasto.

Come verificare il funzionamento del termostato

Se il termostatato funziona bene, alla temperatura scelta con la manopola dovrebbe corrispondere una certa temperatura nel forno. Se il termostato è rotto invece l’elettrodomestico sarà più caldo o più freddo di quanto indicato. Per capirlo non serve bruciare l’arrosto ma esiste un metodo molto più comodo, usando un termometro esterno.

termometro da forno

Nei negozi di cucina, nei ferramenta, nelle grandi distribuzioni (come ipermercati e simili) ma anche online su Amazon si possono trovare a prezzi molto contenuti dei termometri da forno molto efficaci adatti allo scopo. Potete trovare termometri da forno di tutti i tipi e dimensioni con nette variazioni di prezzo, che può variare tra 10€ e oltre i 100€. Ricordate che state acquistando un termometro per fare una semplice prova di temperatura con il vostro forno, se non avete intenzione in futuro di fare un uso più professionale e dedicato di questo strumento da cucina (comunque decisamente comodo in molti casi) allora vi basterà acquistare un modello economico non troppo pretenzioso.

La prova del nove per verificare il corretto funzionamento del termostato è questa: poggiate il termometro da cucina sulla griglia del forno, assicuratevi di averlo chiuso e accendetelo impostando la temperatura a 100°. Dopo che è arrivato al calore prestabilito, lasciate il forno così per circa 20 o 30 minuti. Se dopo questo tempo il termostato e il termometro indicano la stessa temperatura allora il forno funziona bene e non ci sono problemi di sorta. Ricordate però che durante il tempo di attesa ci saranno sempre delle variazioni di temperatura perché nessun forno, neanche quelli professionali utilizzati nei ristoranti, sono in grado di mantenere il calore in maniera costante.

Cosa fare se il termostato è rotto

Se dalla prova doveste scoprire che il termostato effettivamente non funziona bene, potrete provare a ripararlo voi stessi, con una semplice operazione di fai da te. In particolare dovreste trovare le indicazioni per la regolazione del termostato sul libretto di istruzioni. Nel caso abbiate smarrito il libretto non disperate, si tratta comunque di un’operazione molto semplice, che ora vi illustrerò.

Prendete un cacciavite e rimuovete la levetta del termostato (ovviamente a forno spento staccato dalla corrente). Dietro troverete, nella maggior parte dei casi, un perno dentellato che va girato in senso orario per abbassare la temperatura e in senso antiorario per alzarla, a seconda della disparità che c’è fra il termostato e il termometro. Ogni passo in genere equivale a 5° o 10°.

Tuttavia se c’è una disparità di più di 15° fra i due dispositivi allora il danno è più grave ed è facile che il termostato si sregoli di nuovo in bene tempo. In questo caso optate direttamente per il cambio di tutto il termostato e anche del termostato di sicurezza (che si occupa di regolare la temperatura del forno quando questo si scalda eccessivamente). Fate fare il servizio a un professionista perché è un’operazione semplice ma importante dove non si deve sbagliare, così avrete la sicurezza di un forno che funziona alla perfezione spendendo una modica cifra.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO