Come eliminare i moscerini in casa con rimedi casalinghi

A chi non è capitato almeno una volta nella vita di trovarsi a voler eliminare quei fastidiosi moscerini che – spesso in cucina – ronzano sotto al naso, procurando anche non poco ribrezzo? Cerchiamo, anzitutto, di conoscere il nemico!

Parliamo della specie più comune: il suo nome è Drosophila melanogaster, meglio conosciuta come “moscerino della frutta”. Si tratta di un tipo di insetti che si riproduce molto velocemente, deponendo le proprie uova in determinati luoghi, che daranno seguito a quello che potrebbe facilmente diventare un vero e proprio sciame. Motivo per il quale è bene provvedere quanto prima.

Il luogo che preferiscono per deporre le loro uova è la frutta molto matura e, più in generale, il cibo in fase di decomposizione. La ragione è molto semplice: una volta schiuse, le uova danno vita a piccole larve che, trovandosi già su del materiale organico, avranno immediatamente di cosa nutrirsi e, in poco tempo, si trasformeranno in pupe e, poi, ancora, in moscerini adulti.

moscerini in casa

Rimedi casalinghi per disfarsi dei moscerini

In primo luogo, è bene individuare il luogo in cui cominciano a manifestarsi (tenendo conto di quanto detto sopra) e cercare di eliminare sin da subito i residui organici. Un’attenta igiene degli spazi è, dunque, essenziale.

Il provvedimento più semplice è quello di evitare (nonostante sia bella da vedere) di tenere la frutta fresca in bella mostra sul tavolo della cucina o altrove quando questa inizia a essere già abbastanza matura, preferendo conservarla piuttosto in frigorifero, soprattutto nel periodo estivo, durante il quale il caldo accelera il processo di maturazione della frutta.

Tuttavia, se ormai i moscerini hanno infestato non solo la frutta che avevate esposto sul tavolo da pranzo, ma anche l’intero ambiente, un rimedio piuttosto efficace è quello di posizionare accanto alla fonte incriminata (sia essa la cesta della frutta o il bidone della spazzatura contentente l’umido) una ciotolina che avrete riempito di acqua e aceto, in egual misura, e ricoperta (sigillandola) poi con della pellicola, sulla quale avrete realizzato dei piccoli forellini con uno stuzzicadenti. I moscerini, attratti dall’odore della miscela, entreranno dentro la ciotola, rimanendovi intrappolati. Lo stesso procedimento, sebbene attragga meno rapidamente i moscerini, si può seguire riempendo la ciotolina di acqua e zucchero.

Un altro suggerimento, molto semplice, è di adottare la buona abitudine di disfarsi quanto prima del sacchetto dell’umido, in conformità con quanto previsto dal proprio comune di riferimento relativamente ai giorni di ritiro dell’immondizia. Anche in questo caso, se vi capitasse di arrivare tardi e i moscerini vi avessero preceduti, un efficace rimedio è quello di (naturalmente, dopo aver eliminato i rifiuti) ripulire il bidone dapprima con acqua e bicarbonato di sodio (come sempre un rimedio per tutto, dai cassonetti al lavandino otturati della cucina) e, successivamente, procedere alla normale pulizia con sgrassatore e il vecchio, caro, olio di gomito. Ricordatevi che il sacco dell’umido può attirare non solo i moscerini, ma anche i più pericolosi topi o le formiche.

Qualora i moscerini si fossero annidati all’intero dei tubi di scarico, invece, è buona norma, anzitutto, smettere di lasciare per ore i piatti sporchi dentro al lavello e ripulirli quanto prima. Dopo di che, potrà risultare salvifico versarvi tutti i giorni dell’acqua bollente mista ad aceto, in modo che possiate sbarazzarvi proprio delle uova.

In ultimo, a mero livello preventivo, un ulteriore consiglio potrebbe essere quello di posizionare nei punti “d’ingresso” della casa (davanzale delle finestre, alla base delle portefinestre del terrazzo e/o del balcone o, ancora, non distante dai bidoni della spazzatura) delle piantine di menta o di origano, i cui odori sembrano non essere di gradimento per questi piccoli insetti. Allo stesso modo, e negli stessi punti della casa, può tornare utile la presenza di diffusori di oli essenziali di eucalipto, geranio o citronella, perfetti per eliminare anche le mosche e tenere lontane zanzare e vespe. Chi avesse la fortuna, poi, di avere un pollice verde, potrebbe, perché no, coltivare proprio delle graziose piantine di eucalipto, geranio o citronella.

Si raccomanda, comunque, sempre un’adeguata pulizia della casa!