Come eliminare l’odore della pipì del gatto dal pavimento

Quando i nostri felini fanno la pipì sul pavimento, il nostro naso lo sente subito. È impossibile infatti non notare quell’odore acre e forte che invade l’ambiente in pochissimo tempo, e che permane a lungo se non si elimina subito. Per pulire i pavimenti dall’urina del gatto ci sono vari metodi, ma prima occorre ricordare qualcosa.

  • Fare la pipì fuori dalla vaschetta può rappresentare un problema di salute del micio. È bene perciò indagare sulle possibili cause di un eventuale disturbo.
  • Il gatto tende a rifare la pipì nei punti dove lo ha già fatta almeno una volta. Questo significa che sente ancora qualche traccia del precedente ‘trattamento’ da parte sua.
  • Un felino ha quattordici volte l’olfatto più potente del nostro. Quindi se non sentiamo più l’odore di urina NON vuol dire che sia stata eliminata del tutto.
gatto

Le cose da sapere

La procedura di pulizia, in sé, è semplice. La parte complessa è ricordare alcune regole fondamentali per evitare di peggiorare la situazione. Normalmente si è portati ad agire istintivamente con i prodotti che abbiamo in casa, ma occorre fare attenzione ad alcuni fattori.

  • Tempo. Per eliminare l’odore di pipì nel miglior modo possibile occorre agire in fretta. Con il passare del tempo l’urina si fissa al pavimento, penetrando nel materiale nel caso di superfici porose, tipo un pavimento di cemento del box sottostante.
  • Ammoniaca e candeggina: sono da evitare assolutamente! Prodotti che contengano questi elementi fissano ancora di più la macchia, e inoltre hanno un odore che attirano i gatti esattamente nello stesso punto.
  • Non mescolare prodotti specifici e fai da te. Se si usano prodotti specifici e metodi casalinghi assieme, si rischia di vanificare gli effetti. O l’uno o l’altro.
  • Evitare il calore. Mai usare calore o vapore sulla macchia durante il processo di pulizia. Si fisserà ancora di più la macchia stessa.

Chiarito questo possiamo procedere a pulire il pavimento usando due tipologie di prodotto. Quelli specifici che troviamo nei negozi specializzati di animali e quelli naturali. I prodotti specifici che dobbiamo selezionare, sono quelli basati su enzimi. Questi ultimi agiscono scomponendo l’urina o, per essere precisi, l’acido urico in essa contenuta in due gas: anidride carbonica e ammoniaca. Questi gas evaporano quasi subito eliminando l’odore.

bicarbonato limone

I prodotti naturali, cioè i ‘metodi della nonna‘ li usiamo tutti i giorni e fanno parte della nostra dispensa casalinga: limone, acqua, aceto, bicarbonato (usato anche per togliere il calcare del box doccia, per sbiancare i sanitari e per tanti altri usi) e acqua ossigenata (anch’essa già vista per pulire le fughe dei pavimenti ma anche per togliere la cera delle candele dal pavimento).

pulizia pavimento

Come si procede per eliminare l’odore di pipì dal pavimento

I passaggi sono semplici e validi sia per i prodotti specifici che per i metodi casalinghi.

  1. Indossare sempre dei guanti a protezione delle mani.
  2. Prima assorbire il più possibile l’urina con carta assorbente, eliminando subito il rifiuto.
  3. Bagnare bene con acqua e assorbire ancora con carta assorbente fino a quando non si vede più il giallo su di essa.
  4. Applicare il prodotto scelto.

I rimedi naturali

Per il prodotto commerciale specifico non c’è molto da fare, si spruzza e poi si toglie seguendo le istruzioni riportate in etichetta. Tutto qua. Vediamo invece cosa fare con i prodotti casalinghi.

  • Acqua e Limone. Mescolate queste due sostanze in parti uguali, applicatele sull’intera area (meglio anche un pochino più estesa) e lasciate agire per cinque minuti circa. Rimuovete con acqua e sapone.
  • Acqua e Aceto. Miscela altamente antibatterica e germicida, dall’alto potere pulente. Mescolate in parti uguali e spruzzate su tutta l’area interessata. Anche in questo caso estendete un pochino l’area da pulire. Lasciate agire per cinque minuti e poi togliete il tutto con acqua e sapone.
  • Acqua Ossigenata. Spruzzare del perossido d’idrogeno (miscela al 3% standard) sulla zona interessata e lasciare asciugare naturalmente.
  • Bicarbonato. Spolverare la zona che emana odore e lasciare agire per 5 o 10 minuti. Pulire con acqua e detersivo per i piatti, ne basta pochissimo, e generalmente possiede una leggera fragranza profumata che aiuta a raggiungere l’obiettivo di eliminare l’odore.

Come si può notare i sistemi sono semplici, l’unica accortezza da prendere è la gestione del micio durante la fase di pulizia, che va assolutamente tenuto lontano!

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO