Come idratare un divano in pelle? Prodotti da usare e metodi da seguire

Il divano in pelle è uno di quei prodotti che possono rivelarsi eterni se trattati con la giusta cura. Oggetti di questo tipo necessitano di attenzioni molto differenti rispetto ad altri prodotti in stoffa o in materiali sintetici come l’eco-pelle.

Pulizia e manutenzione richiedono prodotti specifici che non danneggino la delicata struttura della pelle, ma che ne idratino le fibre e rendano la superficie lucida e brillante.

Abbiamo già visto come occuparci di un divano nella fase di pulizia, sia esso in pelle o in tessuto. In questo articolo vedremo quali sono le accortezze necessarie per preservare lo stato dei nostri divani in pelle e in particolare quali prodotti preferire per una corretta idratazione. Diversamente rischierete che la pelle si spacchi, il divano si rovini e sia necessario coprirlo nelle parti rovinate o rifoderarlo interamente.

Divano in pelle marrone danneggiato e spaccato

Prodotti consigliati e modo d’uso

Trattandosi di vera pelle, in questi casi è sempre preferibile scegliere dei prodotti non aggressivi e a base di ingredienti naturali, quali olio vegetale, sapone di glicerina e latte detergente.

La scelta del prodotto dipende principalmente dal tipo di manutenzione che deve essere svolta e dallo stato del pellame stesso.

Il latte detergente

Nel caso fosse necessario operare una pulizia profonda della superficie è necessario scegliere un latte detergente, la cui funzione è quella di rimuovere le macchie (anche quelle più difficili).

Distendendo le fibre della pelle, questa tipologia di prodotto consente di detergere in modo non dannoso, senza causare scolorimenti o lasciare residui.

Il procedimento è semplice e non richiede particolari accortezze. Utilizzando un panno morbido si deve strofinare il pellame con una piccola quantità di latte detergente, effettuando movimenti circolari per assicurarsi che la pelle lo assorba con facilità. Una volta assorbito, occorre lasciar asciugare e ripetere l’operazione in tutte le zone che lo richiedono.

Una pulizia di questo tipo dovrebbe essere svolta su tutta la superficie almeno tre o quattro volte l’anno, così da preservare con maggior facilità lo stato della pelle. Il latte detergente gioca un ruolo importante nel preservare idratazione e morbidezza del cuoio.

Sapone di marsiglia

Sapone di marsiglia

Un’alternativa più rapida da utilizzare per macchie di minore entità è il sapone di glicerina (o sapone di Marsiglia): basta diluirlo in acqua e applicarlo con un panno in microfibra per eliminare i segni superficiali, assicurandosi di non lasciare residui di sapone.

Gli oli vegetali

Nel caso di divani il cui pellame ha iniziato a danneggiarsi e spaccarsi a causa della secchezza delle fibre, la soluzione più indicata è quella di applicare uno strato di olio vegetale sull’intera superficie del divano.

Inizialmente occorre utilizzare il latte detergente per eliminare eventuali macchie e, soprattutto, idratare e ammorbidire il cuoio in profondità. Il risultato è che le fibre della pelle, già ammorbidite dal latte detergente, assorbiranno più facilmente l’olio vegetale, il quale assicurerà un evidente miglioramento dal punto di vista sia tattile che visivo.

Un’operazione di questo tipo ha maggiore efficacia se svolta in modo preventivo almeno una volta l’anno. Dopo ogni applicazione è importante utilizzare un panno imbevuto di sapone diluito per rimuovere le sostanze oleose.

A seguito di ogni pulizia e idratazione è consigliabile utilizzare uno spray impermeabilizzante, che ha il duplice effetto di proteggere il divano dall’umidità e di impedire che un ambiente troppo asciutto porti ad una maggiore secchezza della pelle.

Inoltre una superficie più resistente all’acqua assicura anche una maggiore protezione nel comune utilizzo giornaliero.

Prodotti da evitare

L’errore da non fare nella cura dei propri divani in pelle è quello di trattare il cuoio come se fosse un qualsiasi altro tessuto. Data la sua natura organica ed i complessi trattamenti ricevuti nel processo di raffinazione, è necessario utilizzare molte più accortezze.

Vanno totalmente evitati detergenti a base di sostanze estremamente acide o basiche, che possono alterare il pH del pellame e, di conseguenza, la sua integrità. Alcol, limone e aceto puro rischiano di lasciare macchie indelebili e alterare l’elasticità del cuoio, allo stesso modo bicarbonato e altre sostanze basiche ne alterano resistenza e morbidezza.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO