Come illuminare una stanza senza finestre: idee e consigli pratici

Avere una casa ben illuminata dalla luce naturale è fondamentale non solo per godere dei raggi solari che penetrano all’interno, ma anche per ridurre i costi dell’energia elettrica.

Può però capitare di avere alcune stanze, all’interno di un appartamento o di una villa, prive di finestre. Questo accade soprattutto per gli ambienti che vengono ricavati per mancanza di spazio, o per bagni e corridoi.

In questi casi, è possibile adottare delle strategie adeguate per poter fronteggiare il problema. Non è difficile, perché esistono diverse soluzioni, facilmente attuabili, e occorre solo trovare quella più adatta alle specifiche situazioni. Le tecniche non riguardano solo la scelta delle luci, ma tutta la struttura della stanza.

Le 4 regole per illuminare al meglio una stanza senza finestre

1. Studiate una buona illuminazione artificiale

Ovviamente l’illuminazione artificiale è il fulcro del discorso, quando si cerca di capire come illuminare una stanza senza finestre. L’ambiente deve infatti essere provvisto di un sistema di illuminazione artificiale adeguato. In una stanza cieca, se non si sfruttano bene i giochi di luce e non si mettono in pratica alcuni semplici trucchetti, non si riuscirà a realizzare il proprio obiettivo.

luci stanza senza finestre

Le strategie più comuni riguardano l’utilizzo di faretti, luci al soffitto o strisce a led, che mimano una luce simile a quella naturale e sono molto apprezzate nei design moderni.

Se si preferisce uno stile classico, si potrebbe optare per delle classiche plafoniere appese al soffitto. Quindi, si consiglia di evitare i lampadari pendenti o ingombranti, soprattutto quelli che tendono a “rubare” un po’ della luce emessa dalle lampadine.

2. Scegliete il giusto colore per pareti e pavimenti

La seconda strategia da adottare riguarda il colore delle pareti e dei pavimenti. Utilizzate delle tonalità chiare, che spazino tra il bianco e il beige, perché danno un effetto di ampiezza, evitando invece i colori scuri, che tendono a rimpicciolire gli ambienti.

bagno cieco

Oltre che alle sole mura, la stessa tonalità può essere estesa anche al soffitto per aumentare ancor di più l’effetto di grandezza finale.

Per ciò che riguarda il pavimento, invece, la regola di base è la stessa, quindi dovrebbero essere utilizzate piastrelle chiare e poco articolate o dei parquet chiari, che riescano a riflettere le luci. Se si vuole evitare l’effetto monocolore, si può pensare di giocare con alcune sfumature, sempre sul chiaro.

3. Fate attenzione ai mobili scelti

La scelta dell’arredamento è un altro aspetto importante. Anche in questo caso, se le pareti sono chiare, dovrebbero avere la precedenza arredamenti delle stesse tonalità.

mobili chiari

Si dovrebbe optare per mobili privi di sportelli, con oggetti in vista o provvisti di specchi che mirano a riflettere la luce. In altri casi, si potrebbe optare per mensole e scaffali che rendono meno appesantito e più agile l’intero ambiente.

Per ciò che riguarda i complementi d’arredo, molte persone decidono di utilizzare delle piante grandi, che non richiedono un’eccessiva cura, per richiamare l’idea di un ambiente esterno.

Anche gli elementi decorativi hanno la loro importanza. Chiaramente, dovranno essere adattati alle singole stanze in questione. Se decidete di apporre quadri o poster, dovranno essere anch’essi chiari e non in numero eccessivo, mentre per quanto riguarda i soprammobili andrebbero scelti quelli metallizzati che riflettono anch’essi l’illuminazione.

4. Utilizzate il vetrocemento

Un’altra possibilità consiste nel sostituire una normale parete con il vetrocemento, che permette di filtrare la luce proveniente dalla stanza adiacente, consentendone il passaggio.

parete in vetrocemento

Esso può essere realizzato con differenti tonalità di colore, ma anche in questo caso, si consiglia di mantenerlo trasparente, per ottenere un effetto quanto più naturale possibile.

In conclusione

Queste sono le principali regole per illuminare al meglio un ambiente privo di aperture esterne. Si tratta di consigli pratici, facilmente attuabili e che garantiranno un risultato formidabile, donando alla vostra camera un aspetto luminoso! L’obiettivo è quello di valorizzare gli spazi, tentando di illuminare anche gli angoli più bui.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO