Come insonorizzare il soffitto di una casa: soluzioni professionali e soluzioni fai da te

Avere un soffitto correttamente insonorizzato ci aiuta ad avere maggiore privacy in casa nostra e a non disturbare gli abitanti dei piani superiori. Il problema dell’insonorizzazione acustica si è resa necessaria con l’edilizia moderna che predilige, soprattutto in città, le soluzioni a condominio. Sentire i passi degli inquilini del piano di sopra o dover sempre tenere a freno i bambini che giocano, diventa uno dei principali motivi di litigio tra vicini di casa. Eppure, le soluzioni per un isolamento acustico ci sono e vanno da quelle professionali a quelle fai da te.

Soluzioni professionali per insonorizzare il soffitto

Quando ricorriamo al lavoro e all’esperienza di un professionista, siamo consapevoli che il risultato sarà più mirato e realizzato a regola d’arte, ma i tempi e la messa in opera saranno maggiori e i costi più elevati.

Inserire questo genere di interventi durante una ristrutturazione sarebbe la scelta più oculata, perché il sistema di isolamento prevede la realizzazione di un controsoffitto in cartongesso con pannelli fonoisolanti. Tra il solaio e i pannelli, poi, si metteranno anche i tappeti e le membrane che assorbono anche le vibrazioni oltre ai rumori.

casa con controsoffitto

Questa soluzione è, senza alcun dubbio, la più efficace e definitiva e aiuterà anche l’isolamento termico dell’abitazione. Di contro c’è che è un lavoro importante che potrebbe richiedere lo smontaggio di alcune parti della mobilia e la sistemazione di eventuali applique, lampade a soffitto o faretti led, che richiederebbero anche un piccolo intervento elettrico.

Nel caso in cui non si possa affrontare questo intervento economicamente o logisticamente, esistono alcune soluzioni fai da te che possono migliorare la qualità della vita dentro la vostra casa. Dovrete senza dubbio armarvi di pazienza, studiare qualche tutorial e seguire i consigli indicati di seguito.

Soluzioni economiche per insonorizzare il soffitto

Se avete una buona manualità e tanta voglia di fare, riuscirete a rendere più silenziosa la vostra casa o a disturbare meno i vicini, spendendo davvero poche centinaia di euro.

I pannelli fonoassorbenti

Il primo consiglio è quello di utilizzare i pannelli fonoassorbenti per rivestire il soffitto ed eventualmente muri divisori. Si tratta di fogli di poliuretano con struttura piramidale, i classici pannelli con cui vengono rivestite le cabine di registrazione o le pareti dove si svolgono le trasmissioni radiofoniche. Sono economici e leggeri e possono essere applicati al soffitto sia con delle colle spray acquistabili dal ferramenta o con delle strisce biadesive specifiche. Questo sistema non è invasivo e non sporca, il pannello sarà aderente al soffitto e non dovrete quindi spostare mobili o lampadari, vi basterà aggirare l’ostacolo.

pannello per isolamento acustico

Come abbiamo accennato per l’insonorizzazione di pareti e pavimenti, però le soluzioni fonoassorbenti sono adatte per evitare che i vostri rumori arrivino ai vicini e a migliorare l’acustica della vostra stanza, perché isolano da dentro ed evitano eco e rimbombi acustici, e solo in minima parte assorbiranno i rumori provenienti dall’esterno.

Però, se il motivo per cui state cercando di isolare il soffitto sono le lamentele dei vostri vicini per i rumori da voi prodotti, o se i rumori che percepite voi provenienti dal piano di sopra non sono molto forti e riguardano solo alcune stanze della casa, potrete trovare un po’ di giovamento dalla loro applicazione.

Tappetini insonorizzanti

Se invece vogliamo ridurre i suoni da fuori a dentro, sono ideali i tappetini insonorizzanti o le membrane acustiche. In commercio se ne trovano molti e di diverso tipo e spessore e costano davvero poco.

Questa scelta sarà d’aiuto principalmente si abita in una una casa indipendente o in un appartamento posto su più livelli, oppure se siete in ottimi rapporti con i vostri vicini e a darvi fastidio è un rumore specifico, come un attrezzo ginnico (per esempio il tapis roulant), o un elettrodomestico che vibra (per esempio una lavatrice in centrifuga). Sì, perché questo tappeto va posto sul pavimento della stanza da cui proviene il rumore, per cui dovreste chiedere al vicino del piano di sopra di utilizzarli.

Non è possibile, ovviamente, tappezzare l’intero pavimento, ma questa membrana può essere posta in alcune zone, sotto gli elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie, sotto le casse di uno stereo o come base per gli strumenti musicali.

In conclusione

Sicuramente le due soluzioni economiche e fai da te, se abbinate, possono aiutarvi ad avere un po’ di isolamento, anche se non sono sicuramente paragonabili a una soluzione definitiva e professionale e da applicare solo nel vostro soffitto.

Ideale sarebbe aver posto le membrane fonoisolanti e/o fonoassorbenti durante la realizzazione del soffitto e anche del massetto alla base della pavimentazione di ogni piano della casa o del condominio. Ma, se la ditta non ha provveduto all’applicazione per risparmiare sui costi, si potrà tamponare con queste soluzioni economiche e fai da te o con l’intervento di una ditta specializzata per l’insonorizzazione del soffitto, con un lavoro anche meno oneroso di quello che abbiamo visto per il rifacimento del pavimento per interventi di insonorizzazione.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO