Come lavare i muri lavabili per farli tornare puliti senza rovinarli

Non tutti sanno che ci sono particolari vernici per pareti che permettono di essere lavate di tanto in tanto per restituire al muro colore e tonalità come se fosse appena stato pitturato. Queste vernici prendono il nome di vernici “Lavabili”.

Questi prodotti sono la scelta migliore per le pareti di tutte quelle stanze della casa che tendono ad essere più utilizzate e che si sporcano con maggiore facilità come il bagno, il corridoio, la cucina e la cameretta dei bambini. Se hai scelto anche tu questa vernice, ti interesserà sapere come lavare un muro lavabile!

lavaggio dei muri lavabili

Le vernici lavabili, attenzione

Sebbene vengano chiamate in questo modo, queste vernici non sono effettivamente lavabili con una spugna piena d’acqua e sapone. Non pensate nemmeno che siano immuni alle macchie di ogni tipo, anzi. Spesso queste vernici sono molto porose e tendono non solo ad assorbire le macchie, ma anche a perdere facilmente il colore con una pulizia meccanica aggressiva o con prodotti inadeguati. Inoltre non tutte le vernici lavabili sono uguali, ce ne sono diversi tipi con caratteristiche diverse e resistenze diverse a vai prodotti.

Come si puliscono le pareti lavabili?

Come primissima cosa occorre rimuovere tutta la polvere che con il tempo tende a depositarsi sui muri. Per fare questo si può utilizzare uno spolverino morbido da passare molto delicatamente sul muro facendo attenzione ad avere un tocco delicato per non lasciare segni sul muro. Un consiglio che posso dare è quello di togliere bracciali, anelli e accessori vari che potrebbero lasciare dei solchi sulle pareti.

Nel caso non abbiate uno spolverino potete utilizzare una scopa dalle setole molto morbide (sempre con la massima attenzione e delicatezza) oppure uno straccio morbido.

Ora che abbiamo concluso le operazioni preliminari è il momento di prepararci a lavare i nostri muri. Normalmente per pulire questo tipo di vernice si usa una spugna imbevuta d’acqua con un po’ di sapone neutro o del bicarbonato.
La spugna deve essere ben strizzata dall’acqua prima di essere passata sulle pareti, altrimenti rischiamo di bagnarle troppo con il risultato di togliere il colore, oltre che le macchie. Il modo migliore di usare la spugna è tamponare ed evitare il più possibile di sfregare.

Se si vuole cercare qualche prodotto apposito per sostituire il sapone o il bicarbonato, si può cercare in qualsiasi negozio di vernici o nei principali negozi di fai da te.

strumenti per lavare i muri lavabili

Asciughiamo sempre le pareti

Dopo aver lavato i nostri muri sarà il momento di asciugarli per evitare muffa, perdita di colore o scrostamenti. Prendiamo quindi un panno (sempre morbido mi raccomando) asciutto e passiamolo subito dopo aver passato la spugna umida. Anche in questo caso cerchiamo di evitare sfregamenti e tamponiamo molto delicatamente per togliere tutta l’umidità che potrebbe rimanere.

Per le macchie più ostinate

Alcune macchie, come quelle gialle (solitamente presenti dietro alle stufe o ai quadri) o le macchie di muffa, possono essere molto rognose da togliere. In questo caso in nostro soccorso arrivano dei prodotti che vengono spesso chiamati “copri macchia” specifici per i muri di casa. Anche questi possono essere facilmente trovati al fai da te o in un negozio specifico per tinture.

Se vogliamo procedere con rimedi casalinghi, invece, il bicarbonato rimane molto efficace per le macchie gialle e miscelato con un po’ di sale è molto potente anche contro le macchie di muffa.

Conclusioni

Prendersi cura della casa è fondamentale per una vita più sana e anche i muri hanno bisogno della loro dose di pulizia. Con le nuove pitture lavabili questo piccolo gesto risulterà essere più facile, seguendo i consigli di questo articolo.