Come proteggere il divano dal cane? Tutte le soluzioni in commercio

Secondo gli ultimi rapporti di enti certificati, più di 4 italiani su 10 possiedono un animale domestico, in prevalenza un cane. Sono sempre di più, dunque, le persone che si trovano a dover condividere i propri spazi con un amico a quattro zampe, spesso un cucciolo che ancora non conosce quale comportamento tenere e quali sono le zone della casa off-limits.

Non tutti accettano che il cane possa appropriarsi del divano, riempiendolo con frequenza di peli, graffiando la tappezzeria e causando macchie ostinate. Con gli accorgimenti giusti, puoi proteggere il tuo divano dal cane ed insegnargli a tenersene lontano.

Come proteggere il divano efficacemente

Cane nel divano

La prima cosa da fare per evitare graffi e macchie di zampate sulla tappezzeria del divano è coprirlo con un telo. Può andare bene una vecchia coperta, un lenzuolo oppure un asciugamano piuttosto grande. Se la soluzione è più a lungo termine, in commercio esistono appositi copridivani che possono adattarsi a sofà di tutte le dimensioni. I più consigliati sono quelli in microfibra perché si sporcano molto difficilmente e sono più facili da pulire, basta rimuoverlo dal divano e lavarlo in lavatrice di tanto in tanto. Si asciugano poi molto velocemente all’aria o in asciugatrice.

Per evitare l’accumulo di peli, sarà sufficiente spazzolare tanto la superficie della fodera del divano, quanto la pelliccia del cane, in modo regolare: in questo modo anche il tuo animale domestico si manterrà pulito e in salute.
Un acquisto consigliato può essere quello di una spazzola con setole in gomma o in silicone per raccogliere quanta più peluria possibile. Altrimenti un aspirapolvere piuttosto potente, magari che sia a sacchetti da gettare nella spazzatura una volta pieni così da evitare che peli di cane si liberino in giro ogni volta che si svuota l’aspirapolvere.

Un trucco collaudato è comprare un copridivano dello stesso colore della pelliccia del cane, così i suoi peli non saranno molto visibili sul tessuto e non si avrà continuamente la percezione dello sporco da dover pulire.

Se poi il divano non sei riuscito a salvarlo, tempo fa abbiamo preparato degli articoli su come coprire un divano rovinato, come rifoderare un divano e come pulire un divano in pelle o uno in tessuto! Dopo aver posto rimedio, sarà meglio capire come non far più salire il cane sul divano.

Addestrare il cane a non salire sul divano

Addestramento cane

Per risolvere il problema alla radice non resta che addestrare il cane, disabituandolo a salire sul divano anche quando non sei in casa a controllarlo. È importante però non essere eccessivamente duri nella sua educazione, usando punizioni e rimproveri inappropriati. Bisogna invece essere costanti nell’addestramento, così che il cane impari il rispetto per il padrone e ad obbedire ai comandi con il passare del tempo.

Innanzitutto bisogna tenere tutto l’occorrente a portata di mano, in modo da reagire prontamente quando l’animale domestico viene colto in flagrante sul divano. Una tecnica può essere quella di spruzzargli sul muso un po’ d’acqua con un nebulizzatore, e contemporaneamente scandire in modo deciso un secco “NO”. Se l’acqua non sortisce gli effetti sperati, puoi dargli un leggero colpetto per farlo spostare. Così facendo il cane assocerà lo stare sul divano al fastidio subito. Una volta sceso a terra, premialo con un biscottino oppure una carezza, così capirà che ha riottenuto la tua approvazione.

Quando non puoi essere presente, almeno per i primi tempi è bene chiudere la porta del soggiorno ed impedire totalmente l’accesso al divano.

Per fare in modo che il cane perda totalmente l’abitudine di saltare sul divano, uno stratagemma valido è quello di usare delle lattine di bibite vuote. Bisogna adagiarle sul sofà e legarle ad un filo, di cui tenere l’altra estremità. Quando il cane si è posizionato sul divano bisogna tirare il filo da lontano facendo cadere le lattine a terra: il rumore lo spaventerà così tanto che non proverà più a ad avvicinarsi a quel luogo.

Lo stesso risultato si può ottenere anche usando della carta d’alluminio per alimenti, stesa sui cuscini della seduta. Il fruscio della carta stagnola è per il cane molto fastidioso.