Come pulire l’argento in casa per avere gioielli e posate splendenti

Tutti abbiamo degli oggetti di argento nelle nostre case e come sappiamo tendono ad annerire e perdere lucentezza. Questo perché lo zolfo presente all’interno dell’argento a contatto con l’aria si ossida e poi annerisce. Perciò è importante conoscere alcuni metodi per la pulizia, soprattutto per posate e gioielli. Ecco quali sono quelli più comuni ed eco-friendly, che tutti dovrebbero conoscere.

La pulizia dell’argento con metodi naturali

Argento

Innanzitutto, bisogna essere muniti di alcuni prodotti per la pulizia, come un panno morbido o uno spazzolino, che tutti normalmente abbiamo in casa. Dopodichè, a svolgere la funzione di ausiliari sono alcune sostanze che siamo soliti acquistare per altri motivi, senza pensare al fatto che possano essere utili anche per pulire gli oggetti in argento.

Il limone

Limone

Questo agrume, oltre ad essere utilizzato in cucina come cibo, può essere utilizzato per togliere i cattivi odori, per pulire il forno, per lavare i fornelli in ghisa e anche per pulire anche l’argenteria. Basta versare del succo di limone direttamente sull’argento e poi strofinare quest’ultimo con un panno umido e morbido, ad esempio di cotone, se l’oggetto non ha forme particolarmente contorte.

Altrimenti, nel caso di argenteria con angoli o con parti difficili da raggiungere manualmente, si può utilizzare lo spazzolino, che aiuta molto. Dopo che l’ossidatura dell’argento è stata tolta, bisogna sciacquare l’oggetto in questione sotto l’acqua ed in fine asciugarlo bene.

La birra

La birra contiene delle sostanze che sono utili per rimuovere l’ossidazione dall’argenteria. Il metodo è semplicissimo: basta versare della birra in una ciotola o in un altro contenitore, e inserire poi al suo interno tutti gli oggetti che necessitano di essere puliti, che dovranno essere lasciati lì per tutta la notte. Il mattino seguente si deve poi rimuovere l’argenteria e sciacquarla.

Il sale

In questo caso serve una ciotola, che andrà riempita con dell’acqua bollente e del sale grosso. Dopo basta inserire l’argento al suo interno e coprire il contenitore con della carta stagnola che dovrà essere immersa insieme al resto. Il sale si scioglierà e, grazie alla presenza dell’alluminio, si creerà il fenomeno chimico dell’elettrolisi, che eliminerà l’ossido presente sugli oggetti.

L’aceto bianco

Anche qui serve un recipiente, in cui basta versare dell’acqua calda e due cucchiai di aceto, e successivamente gli oggetti da pulire. Dopo minimo trenta minuti, ecco che questi saranno splendenti. In alternativa, l’aceto può essere versato direttamente sugli oggetti, che dovranno poi essere asciugati con un panno. L’aceto è un grande alleato in casa, anche per pulire il forno, o per igienizzare il bagno con qualcosa di naturale.

Il dentifricio

Molto semplicemente bisogna mettere del dentifricio su uno spazzolino o su un panno, e poi passarlo sull’argenteria. Strofinando delicatamente, tutto l’ossido dovrebbe scomparire. Infine, sciacquare gli oggetti e poi asciugarli.

Il bicarbonato di sodio

bicarbonato

In caso di utilizzo di questo prodotto, deve essere cosparso sull’argenteria e poi strofinato con lo spazzolino o con un panno. Dopo aver aspettato qualche ora, bisogna sciacquare tutto e poi asciugare. Il bicarbonato, come aceto e limone, è fondamentale per pulire la casa, dai sanitari del bagno sino alle tende da sbiancare.

La cenere delle sigarette

Il trucco qui è creare un impasto con dell’acqua e della cenere: questo deve essere poi strofinato sulle parti ossidate dell’argento, e poi chiaramente l’oggetto deve essere lavato ed asciuagato. Un altro metodo è quello di versare della cenere e del succo di limone su un batuffolo di cotone e poi strofinare.

L’acqua di cottura delle patate

Se avete intenzione di far bollire delle le patate, sappiate che l’acqua bolllente, invece di essere buttata, può essere utilizzata per pulire l’argenteria. Infatti basta mettere gli oggetti ossidati all’interno della pentola con l’acqua delle patate, e aggiungere anche dell’aceto bianco, affinché si crei così un ottimo sgrassatore naturale, che andrà a smacchiare le posate o i gioielli.

Come potete vedere, sono molti i metodi per pulire i votri oggetti in argento in maniera totalmente naturale. Potete provarne alcuni e vedere quali preferite. Sicuramente uno di questi vi conquisterà!