Come pulire le tende da sole facilmente e senza rovinarle

Il compito principale delle tende da sole è, ovviamente, quello di proteggere dai raggi del sole; ma anche quello di creare un microclima gradevole, al di sotto di esse, quando le temperature si fanno più fresche e si vuole stare, comunque, all’aperto, a volte anche in presenza di pioggia leggera, o vento.

La manutenzione di questo importante elemento di arredo per esterni passa, giocoforza, anche per una corretta pulizia. Elemento, questo, che assume anche un elevato valore estetico, perché trovarsi al di sotto di una tenda da sole sporca, piena di macchie o grigia non è piacevole per nulla.

Ma qual è il modo corretto per effettuare le operazioni di pulizia delle tende da sole? Diciamo subito che di metodi ne esistono diversi, come diversi sono i tipi di sporco che puoi trovarti a dover gestire. Vediamoli insieme.

Tessuto Sbiadito

Pulizia tenda da sole

La lunga esposizione al sole può provocare un leggero sbiadimento delle parti colorate della tua tenda da sole. In questo caso, il consiglio è piuttosto semplice (sempre che la parte scolorita non sia particolarmente estesa). Ti basterà prendere una classica gomma da cancellare e intervenire delicatamente sulla porzione sbiadita. Vedrai che il colore riprenderà vita.

Macchie Difficili

Quando sulla tua tenda da sole si presenta una macchia particolarmente difficile da rimuovere, ecco cosa dovresti fare. Per prima cosa, inumidisci la parte in cui insiste la macchia. Poi, diluisci un detergente delicato (per esempio il sapone di marsiglia, che abbiamo già visto essere molto utile anche per tessuti delicati come i divani in pelle) in acqua tiepida (a circa 40°) e, con una spugna morbida, distribuiscilo in modo omogeneo sulla macchia e su tutta l’area circostante.

Fatto ciò, lascia ‘riposare’ la tenda per una ventina di minuti e poi inizia un’accurata operazione di risciacquo con abbondante acqua pulita, fino a quando non sarà rimasto alcun residuo di sapone. Per facilitare l’operazione di risciacquo puoi utilizzare una pompa da irrigazione. Non richiudere la tenda fino a quando non sarai sicuro che sia completamente asciutta. Non usare idropulitrici ad alta pressione perché danneggeresti di sicuro il tessuto.

Sporco incrostato

Se le incrostazioni sono causate da foglie, sabbia o polvere, il lavoro di pulizia sarà più semplice. Procurati una spazzola con le setole morbide (di quelle che si usano per il bucato delicato) e sfregala proprio sopra la macchia e vedrai che a poco a poco sparirà.

Un paio di consigli: primo, per evitare che si creino nuove incrostazioni, agisci con la spazzola sulla tenda ogni settimana; secondo, non spazzolare mai con troppa energia, potresti rischiare di spingere più in profondità le particelle di sporcizia e peggiorare la situazione.

Muffa

Tende da sole

Esistono in commercio numerosi prodotti anti-muffa e puoi sicuramente utilizzare uno di questi per eliminare parti della tua tenda aggrediti dalla muffa. L’importante è che tu faccia attenzione ai componenti dell’anti-muffa che acquisti. Alcuni di essi contengono candeggina o cloro e vanno entrambi evitati perché potrebbero danneggiare seriamente il tessuto.

Se, come pensiamo sia meglio, non vuoi utilizzare prodotti chimici, puoi provare a detergere la parte ammuffita con una soluzione di acqua e bicarbonato di sodio (che ha un forte potere sbiancante, come abbiamo già visto per la pulizia dei sanitari o del box doccia per esempio), oppure acqua e aceto.

Escrementi di uccello

Questo è un tipo di sporcizia che può provocare danni importanti alla tua tenda da sole. Sarebbe meglio rimuovere gli escrementi prima possibile perché, quando rimangono esposti al sole per troppo tempo, si seccano e diventano davvero pericolosi per il tessuto.

Per eliminare questo tipo di sporco ti occorre un panno inumidito con le soluzioni che ti abbiamo suggerito per contrastare la muffa. Molto valido, in questo caso, è anche l’aceto di vino distribuito con un panno morbido (ottimo tra l’altro per la pulizia di ogni tipo di tenda, non solo quelle da sole).

Muschi, alghe e licheni

In ambienti particolarmente umidi, è più facile che sulla tenda da sole si formino muschi, alghe e licheni, in pratica micro organismi vegetali. Stessa cosa può accadere se, distrattamente, la tenda viene chiusa quando non è completamente asciutta. Il risultato è un viscido strato di colore verdognolo su alcune parti della superficie totale. In commercio esistono validissimi prodotti a base di tossine vegetali che distruggono i microorganismi responsabili dei muschi. Ti basterà applicarli con un apposito pennello e la tenda tornerà come nuova.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO