Come togliere la cera delle candele da ogni tipologia di pavimento

Se vi rendete conto con disappunto che la cera delle candele si è sciolta, scolando sul pavimento e creando antiestetiche e fastidiose incrostazioni, dovete correre ai ripari. Bisogna pulire, ma la cera è un elemento particolare ed è necessario farlo nel modo migliore. Si sa, infatti, che questo tipo di incrostazioni sono piuttosto problematiche: si ostinano a non voler andar via del tutto, lasciando spesso un alone sgradevole alla vista e rischiando di rovinare il pavimento. Come fare, dunque, a ottenere un risultato soddisfacente e a dare una perfetta ripulita a tutta la superficie che abitualmente calpestate?

candela sciolta

Dipende dal materiale. Come sappiamo ogni tipologia di materiale per pavimenti ha le sue peculiarità e va trattato in maniera differente. Piccolo spoiler: nella maggior parte dei casi, per fortuna, non dovrete servirvi di prodotti aggressivi che rischiano di rovinare le superfici. Abbiamo già visto infatti che con pochi prodotti si possono fare tante cosa sui pavimenti, come togliere la cera (quella della ceratura che lo rende lucido). Vediamo quindi ora invece le indicazioni per togliere la cera delle candele da ogni tipo di pavimento.

Togliere la cera dal marmo

Prendiamo in considerazione un classico ed elegantissimo pavimento in marmo. Uno dei consigli più gettonati è quello di servirsi di una fonte di calore che scaldi la cera, facendola sciogliere pian piano. Potrete adoperare un phon, una stufetta ad aria calda o anche liquidi tiepidi (si consiglia acqua), e in seguito raschiare la macchia cerosa dal pavimento tramite uno straccio, un panno umido morbido, senza usare spugne abrasive, perchè il marmo è prezioso e delicato. È consigliabile eseguire questo tipo di procedura per più volte di fila, dato che esiste la possibilità che una sola volta non sia sufficiente alla completa rimozione dello sporco.

marmo

Eliminare la cera da un pavimento in legno

Se il vostro è un pavimento in legno, il classico parquet, chiaro o scuro che sia, è consigliabile utilizzare dell’alcol per alimenti. In seguito la rimozione dei residui di cera va svolta con un panno con cui strofinare dolcemente le zone per eliminare i residui, senza rovinare il legno, che è un materiale delicato.

legno

Rimuovere la cera da un pavimento in cotto

Il cotto è un materiale ruvido, poroso e molto pregiato. In questo caso, una delle migliori alternative è servirsi di cubetti di ghiaccio. Il consiglio è quello di appoggiarne qualcuno sull’incrostazione o sulle goccioline di cera rappresa. Dopo alcuni minuti in cui il ghiaccio agirà e ammorbidirà la cera, quindi si potrà procedere alla delicata rimozione della macchia tramite un lavaggio con acqua e sapone.

Se questo metodo non dovesse rivelarsi efficace, si potrebbe trattare il pavimento in cotto come un semplice pavimento in marmo e, di conseguenza, servirsi di una fonte di calore per far sciogliere la cera.

Eliminare la cera da un pavimento in laminato

Pavimento in laminato è sinonimo di economicità e resistenza. Le incrostazione cerose, in questo caso, possono essere rimosse tramite l’utilizzo di aceto di vino lasciato ad agire per una manciata di minuti. Successivamente, è opportuno ripulire la zona trattata con una spugna umida.

Un’altra valida soluzione è la seguente: servirsi di una soluzione di acqua e ammoniaca o del comunissimo perossido di idrogeno (acqua ossigenata facilmente reperibile in commercio). Successivamente, per poter ammirare nuovamente la pulizia del vostro pavimento, dovrete risciacquare la zona trattata.

Altra soluzione da non escludere a priori è l’utilizzo di una miscela di acqua e borotalco (anche questo facilmente reperibile). Il miscuglio ottenuto va steso sulla macchia e in seguito, dopo che questo si è asciugato, va rimosso con una spugna abrasiva o una spazzola.

Rari casi ostinati

In una ridotta percentuale di casi, i metodi sopra descritti potrebbero rivelarsi non utili o comunque non del tutto risolutivi. Il consiglio allora è quello di servirsi di uno dei comuni smacchiatori in commercio o, comunque, di prodotti ideati per la cura delle superfici casalinghe e non.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO