Come unire il pavimento se abbatto un muro

A volte ci capita di volere rivoluzionare la nostra casa, o, in questo caso, di voler abbattere un muro che occupa troppo spazio, rendendo l’ambiente più buio o troppo piccolo. Però, uno dei problemi a cui andiamo incontro quando procediamo con l’abbattimento di un muro, è il pavimento.

Unire le pianelle nuove a quelle vecchie non è una passeggiata; possiamo non trovare delle pianelle uguali a quelle vecchie o possiamo andare incontro ad un dislivello del pavimento, ma con delle piccole accortezze, è possibile.

Abbiamo creato questa piccola guida per vedere quali soluzioni possiamo mettere in pratica in questi casi.

pavimento muro abbattuto

Pianelle diverse

Quando abbattiamo un muro e dobbiamo unire il pavimento, può capitare che le pianelle nuove, anche se sono uguali a quelle vecchie, possono risultare più “sollevate” rispetto alle altre.

Un’idea potrebbe essere quella di utilizzare delle pianelle diverse che suddividano i due ambienti che sono stati uniti, così da creare un’aspetto moderno e fresco e fare si che non si noti la differenza del livellamento dove prima si trovava il muro.

Un pezzo di arredamento

Se l’aria dove si trovava il muro non è troppo grande, dopo avere messo le pianelle, possiamo mettere un pezzo di arredamento, come una libreria, una cassettiere etc, che possano andare a coprire quella differenza che c’è tra una mattonella e l’altra. Lo abbiamo già visto per dividere una cucina dal salotto o dalla sala da pranzo negli open space o anche per dividere una cameretta in due.

Malta autolivellante

Una delle soluzioni più efficaci per unire il pavimento quando si abbatte un muro, è la malta autolivellante; questa malta, una volta versata sul pavimenti, si livella da sola all’altezza delle altre piastrelle, così da non avere l’effetto “gradino”.

Legno

Se andiamo ad abbattere un muro dove è presente un pavimento in legno, bisogna sapere che questo è soggetti a dilatazioni termiche e va scelto con cura.

Se si sceglie di abbinare il legno ad altri materiali, si può risolvere il problema lasciando degli spazi tra i due rivestimenti.

pavimento in legno uniforme

Inserto decorativo

Un’altra idea, semplice ma di impatto, può essere quello di inserire un inserto decorativo tra i due spazi.

Si possono creare dei piccoli mosaici con le piastrelle che in genere utilizziamo per il bagno, così da creare anche un piccolo punto luce sul pavimento. Oppure, possiamo utilizzare delle piccole mattonelle in granito o in legno, o comunque qualcosa di semplice che non vada a stravolgere l’aspetto della casa.

È probabile che ci sia il dislivello tra le pianelle nuove e quelle vecchie, ma l’effetto sarà così bello, che non si noterà questa differenza.

Piccoli accorgimenti

Se il pavimento è allo stesso livello, il lavoro sarà sicuramente più facile da fare. Ma se si tratta per esempio di un parquet, si può utilizzare un listello in legno, purché di essenza differente rispetto a quella già applicata.

Ma se ci troviamo di fronte a due pavimenti a livelli diversi, andiamo incontro ad un piano di calpestio che presenterà un salto di quota di qualche millimetro o centimetro. Quindi, può essere necessario eliminare una parte del rivestimento.

Ecco perché, prima di procedere con il posizionamento delle pianelle, è sempre meglio effettuare un controllo del pavimento su cui si andranno ad effettuare i lavori.

In ogni caso, è sempre meglio affidarsi alle mani di un professionista che possa risolvere il problema e consigliare in specifico quale possa essere la soluzione e la tecnica adatta per risolvere il problema.

In questo caso, il lavoro “fai da te” non è consigliabile; quando si tratta dei lavori di una casa, è sempre meglio non risparmiare. Difatti, la regola del risparmio, quando si tratta di lavori di ristrutturazione, si applica anche sull’acquisto dei materiali.

È sempre meglio affidarsi a ditte specializzate che utilizzano materiali di alta qualità, anche se costosi, che possano essere duraturi nel tempo, così da evitare di dovere ripetere i lavori.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO