Dove si mette il detersivo nella lavatrice? Istruzioni per liquido e polvere

A chi di voi non è capitato di trovarsi alle prime armi davanti ad una lavatrice e non avere la minima idea di come farla funzionare, o anche solo di non sapere dove inserire il detersivo?

Che tu sia uno studente “fuori sede” o che tu sia un adulto a tutti gli effetti che non ha mai fatto andare una lavatrice perché ci pensava sempre qualcun altro a casa, o addirittura un neofita che non ne avesse mai posseduta una prima d’ora: sei capitato nel posto giusto.

Ti spiegherò in pochi punti quello che questo elettrodomestico, che dopo la sua invenzione è ormai diventato insostituibile nella vita di ognuno di noi, è in grado di fare.

Detersivo in polvere per lavatrice

Dove è situata la vaschetta?

Ogni lavatrice, che sia frontale o verticale, è fornita di vaschette nelle quali inserire i vari tipi di detersivo che possono servire durante il lavaggio del bucato. È sempre una buona idea leggere il libretto delle istruzioni, se sei completamente inesperto, poiché troverai sicuramente la posizione della vaschetta in quel particolare modello di lavatrice, oltre a tante altre risposte alle tue domande.

Solitamente la vaschetta è posizionata in alto a sinistra o a destra dell’elettrodomestico ed è suddivisa in più scomparti che serviranno a contenere diversi tipi di detersivo. È fondamentale inserire il detersivo nello scomparto giusto. Infatti, esistono varie fasi per il lavaggio del bucato, e la lavatrice preleva con un getto d’acqua nella vaschetta dedicata a quella fase, ogni prodotto al momento giusto.

Gli scomparti ed il loro utilizzo

Vaschetta lavatrice

La vaschetta è suddivisa in 3 o 4 scomparti. Vediamo quali sono:

  • Lo scomparto dedicato al prelavaggio è, di solito, contrassegnato dal simbolo “I” oppure “1”. Può rimanere vuoto se il tuo bucato non è troppo sporco e non hai bisogno di pretrattarlo. Ricordiamo che è un ottimo modo per risparmiare con la lavatrice è proprio, ove possibile, evitare il prelavaggio.
  • Lo scomparto contrassegnato dal simbolo “II” o “2” è quello solitamente posizionato a sinistra, che si usa per il detersivo vero e proprio. È possibile utilizzare il detersivo in polvere o liquido. Usa quello con cui ti trovi meglio. Più farai esperienza lavando il tuo bucato più ti renderai conto di quello che fa al caso tuo. Inoltre, alcune lavatrici hanno in dotazione un dosatore per il detersivo, (spesso con la forma di una sfera) da inserire nello sportello della lavatrice direttamente a contatto con il bucato;
  • Segue poi lo scomparto dedicato all’ammorbidente. Data la natura di questo detersivo il suo simbolo è rappresentato molto spesso da un fiore. È il vano più piccolo della vaschetta, perché ne serve davvero poco per ottenere un ottimo risultato rispetto alla morbidezza dei capi. Viene utilizzato nella parte finale del lavaggio. Qui si possono aggiungere l’amido o altri additivi;
  • L’ultimo scomparto è quello riservato alla candeggina ed è indicato dal simbolo “CI”. Non è presente nei modelli moderni di lavatrici, ma solo in quelle datate. La disputa tra chi è favorevole all’utilizzo della candeggina all’interno dell’elettrodomestico e chi è contrario è sempre aperta. C’è chi inserisce la candeggina direttamente sul bucato o preferisce usare la vaschetta del prelavaggio. Qualora il vano per inserire l’igienizzante non sia previsto, puoi leggere sul libretto delle istruzioni se è presente qualche indicazione al riguardo o decidere di smacchiare e candeggiare il bucato a mano prima di inserirlo nella lavatrice.

Altra cosa a cui prestare attenzione è il quantitativo di detersivo da inserire all’interno della vaschetta. Ogni scomparto presenta la scritta “Max” o, in alternativa, una tacca oltre la quale è preferibile non inserire altro detersivo.

È bene limitare gli sprechi. Si potrebbe, in effetti, creare un eccesso di schiuma che potrebbe danneggiare la lavatrice o i capi inseriti, oltre che essere dannoso per l’ambiente. Fai attenzione e risparmierai anche in termini di denaro.

Come pulire la vaschetta

Cerca di tenere sempre pulita la vaschetta, perché non è insolito trovare incrostazioni varie, soprattutto se usi il detersivo in polvere. Basta avere un po’ di accortezza nello staccarla e sciacquarla con acqua calda, almeno il giorno in cui ci si dedica all’igienizzazione della lavatrice. Se non è molto sporca puoi usare una spugna inumidita. Ricorda di controllarla periodicamente.

È importante, infine, che tu scelga la temperatura adatta per fare il bucato, così come decidere se escludere la centrifuga oppure no per determinati capi delicati. Ogni capo è composto da un materiale differente rispetto ad un altro. Eviterai, così, eventuali danni al tuo vestiario.