Lampade antizanzare: come funzionano e consigli per la scelta

L’arrivo dell’estate coincide con l’avvento di tante cose belle. Le ferie, le giornate passate in spiaggia, il sole, il caldo e… poi un insetto rovina tutto: la zanzara. Con l’arrivo della bella stagione ecco le zanzare a disturbarci e infastidirci nelle nostre giornate più belle o nei momenti di relax: in un attimo, un piccolo ronzio e dopo pochi secondo giù a grattarci a più non posso nella zona della puntura.

Fortunatamente, con il passare del tempo, le armi per combattere questi fastidiosi insetti si sono moltiplicate e, oltre alle buone pratiche come allontanarci dai piccoli ristagni d’acqua, possiamo contare su molteplici prodotti e trucchi in grado di allontanare le zanzare dal giardino o dalla casa, evitandone la puntare. Ovviamente insieme a questi metodi, per gli ambienti interni sono consigliate anche le zanzariere.

Fra tutti, lo strumento più funzionale è la lampada anti zanzare poiché è un semplice strumento elettrico che non emette sostanze chimiche, come fanno invece gli zampironi, gli unguenti o gli spray anti zanzara. Sul mercato ce ne sono di vari tipi a seconda delle esigenze.

Il funzionamento delle lampade anti zanzara

Ogni tipologia di lampada anti zanzare funziona in maniera differente. La più famosa e diffusa è sicuramente la lampada antizanzare elettrificata. Per metterla in funzione basta collegarla alla corrente elettrica e piazzarla nella zona di interesse. Le zanzare, ma anche altri insetti, saranno attirate dalla luce ultra violetta emessa e, una volta vicine, saranno fulminate dalla corrente.

DOUHE Lampada Antizanzare elettrificata
Questa lampada antizanzare è un esempio di lampada elettrificata.

Della lampada antizanzare elettrificata esiste una variante che funziona tramite ventole. In questo particolare modello, la luce ultra violetta che attiva gli insetti non è elettrificata. Quando l’insetto si avvicina alla luce, viene risucchiato dalle ventole e intrappolato in sul fondo della lampada senza poter più uscire. Questa lampada ha il vantaggio non emettere la classica scintilla, rumore o odore che la lampada antizanzare elettrificata emette quando un insetto rimane fulminato.

Della zanzariera elettrica ce ne sono modelli a LED che hanno la stessa funzione ma con una dimensione minore e colori più intensi. Un tipo di lampada meno diffusa è quella a luce gialla. In questo caso siamo di fronte ad una vera e propria lampadina che emette una luce giallastra che allontana le zanzare a causa del grave fastidio provocato. Questo tipo di lampada è assai particolare in quanto la luce emessa è molto bella e potrebbe essere un ottima scelta per illuminare le cene all’aperto.

Infine, esistono anche zanzariere elettriche portatili, con una batteria integrata ricaricabile tramite usb. Ottime per uso esterno nel caso di passeggiata nei boschi o notte passata sotto le stelle.

Quale lampada anti zanzara scegliere

Tutti i modelli di lampada anti zanzara sul mercato, se di buona qualità, funzionano in maniera ottima. La migliore da comprare dunque è in relazione alle proprie esigenze.

Le lampade antizanzare elettrificate ad esempio sono ottime per gli ambienti esterni dove l’area da coprire è molta e il rischio di punture alto. Inoltre, il classico suono emesso alla cattura dell’insetto non rimbomba come dentro casa e non sporca il pavimento. Stesso discorso vale per il modello a LED.

La la lampada antizanzara a ventola, invece, è un ottimo prodotto da cucina o per le piccole stanze, tuttavia il rumore prodotto dalla ventola potrebbe dare fastidio nel caso stessimo cercando di rilassarci.

Le lampade gialle anti zanzara invece sono ottime per gli spazi chiusi o per illuminare un tavolino all’aperto grazie al colore davvero particolare che emettono. Inoltre, non nuocendo in alcun modo alle zanzare, potrebbero essere una scelta perfetta per tutti gli animalisti o gli amanti della natura che non vogliono far del male nemmeno agli insetti.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO