Le porte blindate: quali tipologie esistono e quanto costano

Le porte blindate sono da sempre sinonimo di sicurezza, e grazie alla loro scarsa propensione all’essere scassinate, offrono la possibilità di dormire sonni tranquilli a tutta la famiglia.

Non a caso, secondo alcune ricerche condotte dall’Istat, il numero di italiani che decidono di acquistare un prodotto del genere è in costante aumento.

Tuttavia, scegliere la porta giusta non è sempre facile, perché ne esistono di diverse tipologie, adatte a soddisfare esigenze funzionali, qualitative ed economiche.

Che porta blindata scegliere

Uno degli aspetti principali da valutare, quando si sceglie una porta blindata, è il livello di sicurezza antieffrazione. In sostanza è necessario stabilire qual è il tipo di porta che può fare al caso nostro, tenendo conto del contesto in cui si vive.

Ad esempio, esiste un’importante differenza tra la sicurezza richiesta ad una porta di un appartamento situato in un condominio, rispetto a quella che invece deve offrire una blindata di una villetta.

Esistono anche altri aspetti che vanno presi in considerazione quando si sceglie la porta blindata perfetta: contesto urbano in cui si vive, tipologia delle pareti, presenza di altre aperture vulnerabili nell’appartamento, etc.

serratura porta blindata con chiavi vista di profilo

I livelli di sicurezza Anti-Effrazione

A proposito delle classi di antieffrazione occorre sottolineare che ne esistono ben sei, ognuna delle quali ha degli specifici requisiti. Vediamoli brevemente.

Classe Antieffrazione 1

La classe antieffrazione 1 indica una porta blindata poco sicura che può essere aperta facilmente da uno scassinatore professionista e che, per questo motivo, può essere una valida scelta per proteggere aree poco sensibili come cantine o magazzini.

Classe Antieffrazione 2

La classe antieffrazione 2, invece, offre un maggior livello di sicurezza ed è in grado di resistere ai tentativi di scasso di un delinquente poco esperto, per tale motivo si consiglia di scegliere questo genere di porta blindata per mettere in sicurezza ambienti come uffici o immobili industriali.

Classe Antieffrazione 3

La classe antieffrazione 3 garantisce un livello di sicurezza medio; questo tipo di prodotto può essere compromesso da uno scassinatore con un livello di esperienza maggiore rispetto alle porte con anti-affezione 1 e 2. Si può consigliare di utilizzare questo prodotto per gli usci di immobili ad uso abitativo, situati all’interno di complessi condominiali chiusi.

Classe Antieffrazione 4

La classe antieffrazione 4 garantisce maggiore resistenza ai tentativi di scasso da parte di scassinatori con un buon livello di esperienza; questo prodotto può essere impiegato anche per mettere in sicurezza ville e case semi-indipendenti situate in contesti residenziali più o meno tranquilli.

Classe Antieffrazione 5

La classe antieffrazione 5 viene assegnata alle porte blindate molto robuste e resistenti che spesso vengono utilizzate per proteggere banche, gioiellerie e orologerie. Si tratta di prodotti in grado di resistere anche all’attacco dello scassinatore più esperto.

Classe Antieffrazione 6

La classe antieffrazione 6, infine, viene assegnata ai prodotti più sicuri in assoluto e che spesso vengono usati in contesti molto particolari come immobili militari oppure ambasciate.

mano di ladro

Quale classe scegliere?

Quando si sceglie la porta blindata per la propria abitazione occorre tenere in considerazione le sei classi antieffrazione. Generalmente le classi 3 e 4 sono quelle indicate per proteggere un appartamento o una villetta; si tratta di prodotti piuttosto affidabili che possono offrire anche un buon isolamento acustico o termico.

Quanto costa una porta blindata?

I costi relativi alle porte blindate variano in base a diversi fattori che riguardano i materiali utilizzati, le dimensioni del prodotto, i pannelli interni ed esterni, gli anni di garanzia, il marchio e l’installazione. 
In ogni caso per acquistare una porta blindata che appartiene alle classi di antieffrazione 3 o 4 (particolarmente indicate per appartamenti e villette) il costo può variare tra i 1.500 e i 5 mila euro. Per farsi un’idea più precisa dei prezzi, consiglio di dare un’occhiata a dei listini online, come quello di portablindata.it.

Porte blindate ed Bonus Casa

Se si sceglie un prodotto in grado di garantire un buon isolamento termico, e di separare un vano caldo da un vano è possibile accedere alle detrazioni fiscali previste per questo tipo di spese.

Nelle FAQ, il sito di Enea, precisa che

I dati delle porte blindate e portoncini vanno trasmessi nel caso in cui separino un vano caldo da un vano freddo (non riscaldato da impianto) o dall’esterno, nel rispetto dei valori limite previsti per le trasmittanze

http://www.acs.enea.it/tecno/doc/FAQ_Bonus_Casa.pdf

In sostanza, chi acquista una porta blindata che contribuisce al risparmio energetico della casa ha diritto ad una deduzione del valore del prodotto. Per approfondire, puoi visitare il sito ufficiale dell’ENEA.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO