Piscina da terrazzo: tutte le regole da seguire e le soluzioni possibili

Per godere di momenti di puro relax dal caldo estivo non è necessario recarsi fuori da casa, è sufficiente installare una piscina più o meno ingombrante direttamente sul proprio terrazzo. Così come per le piscine in giardino, in commercio sono disponibili numerose tipologie tra le quali è possibile scegliere, che si differenziano per materiali, grandezza, forma e struttura e si adattano a ogni genere di esigenza di spazio e budget.

Così come per la costruzione di una piscina interrata in giardino, o il posizionamento di una piscina fuori terra, anche per il posizionamento di una piscina in terrazzo i sono una serie di parametri da valutare attentamente quando si parla di dispositivi di questo genere, che vanno ponderati in fase di preventivo per evitare di sbagliare nella scelta.

Elaborare un progetto

Il primo step da compiere quando si decide di acquistare una piscina da terrazzo è quello di effettuare un’accurata progettazione, basandosi sulla planimetria dello spazio per evitare di eccedere nelle dimensioni e rendere la zona esterna non più vivibile.

La vasca deve possedere in primo luogo un proprio spazio definito, ponendo prima la struttura di base e poi personalizzandola con tutti i dettagli desiderati, come ad esempio un bordo in legno o un fondale di un colore originale.

Piscina in terrazzo

Stabilire la portata

Ogni balcone presenta una soglia massima di peso che può sostenere, che generalmente si attesta negli edifici più moderni attorno ai 400 kg/m³. Per ottenere una corretta stima è tuttavia opportuno rivolgersi a un esperto del settore, che sia un tecnico o un ingegnere strutturista, in quanto un errore di valutazione di questo genere potrebbe rivelarsi fatale per la sicurezza del palazzo.

Verificare eventuali permessi e autorizzazioni

Il condominio del palazzo deve essere certamente informato tempestivamente della volontà di installare un dispositivo del genere sul balcone, poiché con ogni probabilità di dovrà procedere con una votazione in sede di assemblea. Lo scopo è verificare se la piscina possa pregiudicare l’estetica della facciata o arrecare disturbo agli altri inquilini che si trovano negli appartamenti limitrofi.

Per le piscine fuori terra di portata non eccessiva solitamente non è richiesto alcun permesso da parte degli enti comunali, evitando così un iter burocratico lungo e tortuoso. Nel caso in cui però il terrazzo necessitasse di rinforzi strutturali è obbligatorio presentare una Scia compilata da un tecnico specifico, che attesti l’inizio e la fine dei lavori, e una pratica analoga al genio civile, di cui abbiamo già parlato per la ristrutturazione del bagno e per altri lavori. I tempi sono talvolta un po’ lunghi quindi è necessario armarsi dell’opportuna pazienza.

Scegliere il modello migliore

Vasca idromassaggio

Generalmente per gli spazi esterni che non sono giardini il consiglio è quello di optare per una struttura fuori terra, che non richiede né interventi di tipo murario né la presenza di un addetto al montaggio. Questa tipologia si presta a una grande personalizzazione e può essere realizzata seguendo il design dello spazio circostante. In base al gusto del cliente la scelta può vertere su una soluzione più classica piuttosto che su una moderna e innovativa, inserendo elementi di decoro o mantenendo linee pulite e geometriche.

La variante più economica è quella delle piscine morbide in PVC, che possono essere montate in estate e riposte in inverno senza alcuna difficoltà. Se non vi convince l’aspetto estetico è possibile circondarle di una gradevole pedana in legno, che funge anche da base dove potersi sdraiare a prendere il sole.

Una composizione rigida è invece fissa tutto l’anno e necessita di una manutenzione e protezione maggiore essendo costantemente esposta alle intemperie. Il ferro e l’acciaio con i quali generalmente viene realizzata sono in grado di resistere agevolmente all’usura del tempo, anche se è opportuno ricoprirle con la giusta attrezzatura durante la fase di inutilizzo.

Rientrano in questa tipologia anche le vasche idromassaggio, che rendono il tuo terrazzo un vero e proprio angolo di paradiso dove rilassarsi dopo una lunga settimana di lavoro. Il budget sale notevolmente, anche in base agli accessori, ma i costi sono giustificati dalle prestazioni di ottimo livello assicurate.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO