Plafoniere LED: caratteristiche, vantaggi e consigli d’arredamento

Nell’arredamento della casa uno degli elementi più importanti da considerare è di sicuro l’illuminazione, da scegliere in base alle sorgenti di luce naturale del luogo, dei consumi energetici, e della alla resa estetica degli apparati che vogliamo comprare. Le plafoniere a LED sono tra le soluzioni di illuminazione più efficaci ed eco-sostenibili, perfette per illuminare una casa senza utilizzare i più classici lampadari, belle da vedere ed efficienti dal punto di vista energetico. Vediamo quindi alcune cose da sapere e alcuni consigli sul posizionamento delle plafoniere LED nelle varie stanze della casa, dalla zona giorno alla camera da letto, fino al bagno e al giardino.

plafoniera LED di design

Lampadario o plafoniera a LED?

La plafoniera a LED si installa direttamente sul soffitto e, rispetto al lampadario classico e tradizionale, consente di risparmiare spazio. Le plafoniere più classiche sono delle specie di capsule di vetro o di altri materiali industriali e di nuova generazione, come resine e sabbiati ultra resistenti, fissate direttamente sul soffitto. Sono la soluzione di illuminazione perfetta per i mini appartamenti, i monolocali e i bilocali, per le case con soffitti bassi e per un luogo che necessita di una strategia salva-spazio intelligente. Ma sono anche delle soluzioni esteticamente accattivanti e adatte ad ogni tipo di abitazione. Si possono installare anche direttamente sulle pareti, in verticale, così da sfruttare le altezze, oppure fra le pareti ad angolo e i vani a scomparsa, scegliendo delle plafoniere molto piccole e contenute, quasi degli spotlight luminosi.

La tecnologia a LED consente un considerevole risparmio energetico: le lampadine a LED assicurano una maggiore efficienza rispetto a una classica lampada alogena a incandescenza, consumano molto in meno e garantiscono un flusso luminoso superiore. Se l’esigenza è quella di risparmiare anche un minimo centimetro e di valorizzare lo spazio, le plafoniere LED sono la scelta giusta per tutta la casa, non solo per gli interni ma anche per gli esterni, come soluzione per illuminare il giardino.

Il design delle plafoniere LED

Le caratteristiche che fanno la differenza tra un modello e l’altro sono prima di tutto il design e i materiali con cui sono costruite, che consentono di abbinarli all’arredo e allo stile delle stanza. Prima di tutto bisogna considerare dove si vuole installare la plafoniera LED, perché in commercio esistono tanti tipi di design che offrono un risultato estetico diverso.

Abbiamo le plafoniere LED rustiche, magari decorate con elementi in ottone e in rame, oppure quelle impreziosite da fantasie ispirate alle arti applicate Liberty, Art Nouveau e Dèco. Queste tipologie sono adatte alle taverne e alle mansarde delle case di campagna, dei rustici e dei casolari in periferia, soprattutto quelli adibiti a ristoranti di una volta e a trattorie.

Per gli ambienti più contemporanei, invece, si prediligono forme lineari, pulite ed essenziali, in cui non si ecceda con le decorazioni: si parla quindi di plafoniere LED moderne, ideali per openspace, appartamenti a pianta libera e loft di stampo newyorchese. Le plafoniere dal gusto minimalista sono invece pura struttura, vetro, viti e tasselli: questi sono i cardini della semplicità complessa tanto gettonata nei trend di arredamento più attuali. Per farvi un’idea di quante forme e modelli esistono potete dare uno sguardo al catalogo molto ampio di plafoniere LED di Mazzola Luce, di cui fa parte anche il modello nella foto di seguito.

plafoniera LED

Oltre al design contano molto anche i materiali, non solo per quanto riguarda le forme, ma anche per il tipo di effetto luminoso che si vuole ottenere. Se il desiderio è quello di avere una luce fioca, calda e avvolgente, è consigliato scegliere plafoniere LED realizzate in ceramica o in legno. I modelli in metallo, invece, sono indicati per ottenere un effetto di luce fredda, soprattutto in quegli ambienti minimal chic in cui bisogna sottolineare sensazioni di igiene e di rigore, attraverso linee ortogonali diritte e geometriche, come può capitare nello studio o in un’area lavoro, non pensata per il relax. Le plafoniere LED in vetro, infine, consentono una luce molto intensa e sono consigliate in bagno e in cucina.

A ogni ambiente la sua plafoniera

Quando si vuole arredare la propria casa con la giusta sorgente di luce, è importante considerare per ogni stanza una plafoniera LED ideale, in base a questi criteri:

Per la cucina, ad esempio, si potrà preferire una plafoniera LED da installare a parete o a soffitto, in base ai mobili e agli elettrodomestici presenti. Meglio valutare una luce calda e avvolgente per l’area in cui si deve mangiare, dato che il tinello è per antonomasia un locale conviviale e ospitale, mentre per l’area di lavoro in cui sono posizionati i fornelli meglio pensare a una luce fredda che permetta una buona illuminazione per i lavori di precisione con coltelli e padelle.

Per il salotto e il living si può utilizzare una plafoniera LED dalle dimensioni e dal design più eccentrici e voluminosi, da appendere al soffitto per arredare e conferire carattere all’intera stanza, sempre seguendo lo stile classico o moderno dell’arredamento dell’ambiente in questione. Nella foto seguente un esempio di plafoniera LED proposta da Mazzola Luce per un salotto moderno.

plafoniera LED in salotto moderno

Proseguendo con il percorso della casa o dell’appartamento, le plafoniere si fanno più compatte, piccole e contenute lungo il corridoio, per poi diffondere una luce fioca, calda e suadente in camera da letto, così da conciliare un sonno ristoratore e un momento di intimità della coppia. Nello studio e nella camera dei bambini, invece, la cosa migliore da fare è utilizzare plafoniere LED come luce principale della stanza, ma anche spotlight e faretti a LED dalla luce intensa e vivace in punti strategici della stanza, in modo da accompagnare la lettura e i giochi, favorendo la visione e la concentrazione.

Infine, la plafoniera LED è l’accessorio giusto per inondare di luce il bagno: in questo contesto si possono usare due differenti tipologie di lampade, sia dalla luce calda che fredda e fluorescente. Il bagno, infatti, è una location che si presta a talmente tante interpretazioni che è concesso giocare anche con il design dei punti luce. Se da una parte si cerca di ottenere una sensazione di igiene e di pulizia grazie alla luce fredda e tendente al viola, al verde e al blu, dall’altra è bello, durante un bagno caldo, modulare la luce con un tono più caldo e carezzevole. Proprio per questo esistono tante funzioni, come il dimmer, il dispositivo per regolare il grado di luce in base alle esigenze del momento. Le plafoniere LED smart con telecomando, addirittura, funzionano con un semplice tasto o un click dell’app dello smartphone, perfette per una doccia emozionale o per godersi un bel bagno con idromassaggio con i colori e le atmosfere giuste.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO