Progetto vincitore categoria studenti


albertogadaletaALBERTO GADALETA
Università degli studi di Cagliari,
Facoltà di Ingegneria e Architettura



Proposta 4
CON TENERE L’ABITARE
“Il progetto si confronta con il costruito, attraverso un’azione interstiziale. Si tratta di un esercizio minuzioso di relazione intima con ciò che esiste, ossia un riuso cosciente della pre-esistenza. L’immagine pubblica è costituita dalla sovrapposizione sul prospetto originale di una seconda facciata. L’apparente purezza volumetrica data dalla massività scultorea dell’elemento puro svanisce quando l’architettura prende vita grazie ai suoi abitanti, assumendo un carattere dinamico. L’involucro, concepito come elemento che racchiude l’abitare in comune, si anima creando un gioco ritmico dettato dalle necessità degli utenti. L’intenzione progettuale è di realizzare due grandi “contenitori dell’abitare” uniti grazie ad una piattaforma centrale capace di creare un unico edificio emblematico.”

DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Il progetto cerca di conservare la memoria storica dell’edificio dando così importanza ad attività culturali e di gruppo, sfruttando al meglio le caratteristiche del quartiere, che è diviso in due aree: da un lato un sistema a prevalenza residenziale, dov’è situato il lotto di intervento, e dall’altro il polo dei servizi (scuole, strutture sportive…). Il co-housing, come motore del progetto, svolge la funzione di amplificatore di relazioni sociali. Le scelte progettuali sono calibrate secondo i principi di architettura sostenibile: sostenibilità della qualità di vita, economica, culturale, energetica e ambientale. L’idea progettuale è quella di creare una struttura moderna, accogliente e funzionale, che si articola su due livelli di relazione con l’esterno. Il piano terra crea un contatto diretto con lo spazio pubblico, mentre ai piani superiori la connessione tra interno ed esterno è data dal ritmo degli elementi di facciata. Il piano terra produce un ambiente fluido e armonioso, racchiuso da un perimetro modulare completamente vetrato, che riduce il senso di distacco che si ha con l’esterno. Ospita delle funzioni ricettive determinate quali la reception, il bar, la sala lettura, il deposito biciclette ed il laboratorio bricolage. Gli elementi lignei, che caratterizzano il progetto presentato, consentono alla struttura dell’edificio di assumere molteplici configurazioni: selezionare la vista, regolare il flusso solare nelle diverse stagioni dell’anno e di modulare la luce all’interno, sempre in modo diverso ed inatteso. Lo studio effettuato sull’illuminazione dell’edificio è lo strumento interpretativo del progetto architettonico: la luce più uniforme e immediata al piano terra e una più intensa e soffusa ai piani superiori per dare un tocco di calore ed intimità agli spazi delle camere.

Scarica la scheda del progetto