I profumatori per l’ambiente – Quali scegliere per la tua casa

I profumatori per l’ambiente donano una sensazione di pulito e con una miscela di fragranze particolari inebriano l’olfatto.

Ma come fare a scegliere il migliore? Ecco una guida pratica per capire come scegliere la giusta fragranza e tipologia per ogni stanza.

Come scegliere i profumatori per l’ambiente

Le aziende leader del settore sviluppano continuamente nuove fragranze, cercando di accontentare tutti i gusti personali.

Spray, bastoncini, candele, bamboo e liquidi sono tra i più utilizzati e cambiano, si evolvono diventando sempre più buoni e più belli da vedere. Questo perché diventano dei veri e propri complementi d’arredo se scelti bene e posizionati nel giusto punto della stanza.

Ma come fare per non sbagliare la scelta?

Scelta in base all’ambiente

Un primo aspetto da non sottovalutare è la scelta del profumo in base all’ambiente, che non solo deve rispettare il gusto personale ma anche essere giusto per le attività che si svolgono in quella particolare stanza. Il profumo è da considerare come un complemento d’arredo, personale e unico nel suo genere, che rappresenta l’animo della stanza.

I profumatori per l'ambiente

Cucina

È una delle stanze più importanti, dove si passa la maggior parte del tempo a cucinare, mangiare e magari giocare con i propri bambini. In questo caso specifico le fragranze non devono alterare i profumi e gusti delle pietanze appesantendo, ma fare in modo di mantenere l’ambiente fresco e profumato.

Le note consigliate sono quelle del bergamotto, verbena, timo e limone – che si fondono perfettamente e non danno alcun fastidio mentre opera in cucina o si mangia. Inoltre sono perfette per “assorbire” odori sgradevoli come quelli di fritto o alimenti eccessivamente speziati.

Soggiorno

Una stanza dove rilassarsi, incontrare gli amici e guardare la televisione dove il profumatore non è solo un complemento per arricchire l’arredamento.

Cosa scegliere? Meglio optare per i profumi floreali con una nota di spezia facendo in modo che si distribuiscano delicatamente per tutto l’ambiente circostante.

Ufficio o studio di casa

È una zona dove è necessario mantenere la concentrazione: per questo motivo il consiglio è quello di optare per note non troppo pesanti, stimolanti e sempre fresche. Optare per un bergamotto, lavanda oppure timo, che stimola la concentrazione.

Bagno

Luogo particolare dove la profumazione si trasforma in un must, dove dare energia, relax ma soprattutto una sensazione di pulito. In questo caso meglio una profumazione floreale o marina, non troppo invasiva ma delicata.

Camera da letto

Bisogna fare particolare attenzione a questa camera, dove è necessario avere un buon profumo ma, allo stesso tempo, poter riposare senza odori troppo invasivi.

Optate sempre per le fragranze rilassanti, al pari di una tisana, come camomilla, lavanda, bergamotto, tea tree, cedro oppure rosmarino.

Scegliere in base alla stagione

Le fragranze andrebbero scelte non solo in base all’ambiente ma anche secondo la stagione dell’anno. Naturalmente il primo parametro è sempre legato al proprio gusto personale, ma le indicazioni in merito alla stagione potrebbero dare una nota aggiuntiva alle varie stanze della casa.

  • In primavera prova fragranze fresche, con note agrumate, fruttate e floreali.
  • In inverno e autunno meglio cercare qualche fragranza legnosa, orientale, di bosco che si orientano verso la cannella, arancio, zenzero, sandalo..
  • In estate via libera a tutte le profumazioni marine, floreali e fresche che diano una nota positiva all’ambiente di norma avvolto dal calore.

Le tipologie

Ci sono differenti tipologie di profumatori: spray, bastoncini, candele, liquidi ed altri ancora.

Le candele oltre a dare un ottimo profumo consentono anche di donare alla stanza un’atmosfera particolare. Sicuramente perfette d’inverno sono invece da evitare d’estate.

I diffusori a bastoncino sono adatti per una diffusione continua. Gli spray invece agiscono al bisogno e sono utili soprattutto in bagno e in cucina. Da non dimenticare anche i fiori secchi che formano il pout pourri, una profumazione che dona una nota leggera ma persistente.

profumatori a bastoncino

Da provare sicuramente ci sono quelli contenenti oli essenziali, molto apprezzati grazie alle proprietà benefiche sulle concentrazione e il rilassamento.

Dove posizionare il profumatore?

I profumatori moderni si trasformano facilmente in oggetti di design e per questo motivo possono essere posizionati in bella vista come soprammobile elegante e discreto.

Gli esperti consigliano di non lasciarlo sotto il metro d’altezza al fine che si possa diffondere il maniera corretta lungo tutta la stanza. Importante inoltre posizionarlo lontano da fonti di calore per non alterarne le proprietà.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO