Quanto costa demolire una casa? Analisi dei costi e cose da sapere

In alcuni casi può essere necessario demolire un immobile in maniera totale o parziale. In questo caso bisogna affrontare dei costi che variano in base ai metri cubi e quadrati, oltre che alla tecnica adottata.

Le cause che in genere giustificano l’abbattimento di un immobile sono due. La prima è quando viene emanato un ordine di demolizione, che può dipendere per esempio da un provvedimento giudiziale, quando si riscontra l’abusivismo edilizio e/o la non stabilità e sicurezza della struttura. La demolizione controllata si rende per esempio necessaria quando l’immobile non è sicuro dal punto di vista sismico.

Altre volte, tuttavia, la demolizione è strettamente legata a ragioni economiche, perché il proprietario si accorge che è maggiormente conveniente costruire nuovamente il fabbricato invece che richiedere diverse opere di ristrutturazione.

Per esempio, può succedere di acquistare una casa a basso costo proprio per via dello stato di usura in cui si trova. Quando però il prezzo della ristrutturazione diventa antieconomico è meglio abbattere di sana pianta l’intera struttura per poi ricostruirla partendo da zero.

Questa seconda situazione nei fatti è piuttosto ricorrente, anche perché tra gli immobili italiani troviamo tantissime case di vecchia data e fabbricati in cattivo stato di conservazione.

A tutto ciò bisogna aggiungere che questi immobili non rispondono più a quelle che sono le esigenze abitative moderne. Solitamente è necessaria una messa in sicurezza, specialmente dal punto di vista sismico, e per questo conviene demolire e ricostruire daccapo. Vediamo quindi come funziona la demolizione e quanto costa.

Macerie demolizione casa

Esecuzione delle demolizione

Non è certo possibile eseguire una demolizione fai da te, non solo perché sono necessarie delle attrezzature specifiche, ma anche perché esistono diverse norme di legge da rispettare. A questo riguardo il proprietario dovrà ottenere un apposito permesso dal comune e dovrà anche considerare le prescrizioni che riguardano lo smaltimento dei rifiuti, che richiedono un apposito trattamento.

In genere la demolizione viene eseguita in modalità controllata, in modo che il fabbricato possa crollare su se stesso in un solo colpo, senza con questo arrecare disagi alle costruzioni vicine. In alternativa si procede montando il cantiere, intervenendo nell’ordine su tetto e sovrastruttura.

Quando invece la demolizione è solo parziale non esiste una tecnica standard, ma l’intervento varia in base alla situazione specifica.

Quanto si spende per demolire una casa?

Macerie demolizione interni di una casa

Come è facile intuire, il prezzo della demolizione è legato all’entità dell’intervento e alla tecnica controllata o meno che viene adottata. In ogni caso l‘importo viene calcolato in base ai metri cubi.

Per abbattere la casa in modo non controllato si spende in media da 5 a 30 euro per metro cubo, costi che salgono da 10 a 80 euro quando la demolizione è controllata.

A volte, come spiegato, è necessario demolire solo una parte della casa, come ad esempio le pareti o i pavimenti. In entrambi i casi si può arrivare a spendere da 5,00 a 20,00 euro per metro quadro.

Occorre far presente che la demolizione di una casa, sia totale e sia parziale, rappresenta un intervento abbastanza complesso, da portare a termine con prudenza e che richiede molta esperienza.

Tutti coloro che devono demolire una costruzione necessitano pertanto dell‘intervento professionale di una ditta esperta nel settore delle demolizioni speciali. Si tratta di imprese che il più delle volte offrono anche il servizio di ricostruzione.

Buona regola è chiedere un preventivo per avere un’idea chiara sull’investimento che bisogna affrontare. Oggi è inoltre possibile risparmiare sfruttando le agevolazioni fiscali, che prevedono la detrazione ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche del 50%. Sono gli sgravi di cui abbiamo già parlato per posizionare nuove finestre per esempio, o per rifare la facciata di un edificio.

Questo beneficio scatta solo quando alla demolizione segue la ricostruzione della casa nel rispetto della volumetria e sagoma originarie. Diverso è il caso di ampliamento del volume riscaldato, per esempio.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO