Quanto costa mettere il parquet sopra il pavimento?

Esistono molte tipologie di pavimenti da installare nelle abitazioni. Sin dai tempi antichi, una delle più ambite ed eleganti pavimentazioni è sempre stata certamente il legno. Un pavimento in legno dona all’ambiente circostante un’atmosfera di calore e di intimità domestica che ben si adatta sia ad abitazioni eleganti e lussuose che ad abitazioni rurali ed anche a case di campagna. Inoltre, è un’ottima soluzione quando si decide di procedere anche al posizionamento di un riscaldamento a pavimento o di effettuare un’insonorizzazione dello stesso.

L’evoluzione tecnologica intervenuta, in questo settore, negli anni recenti ha permesso di introdurre sul mercato nuove tipologie di legname per la pavimentazione ed ha anche il miglioramento delle tecniche di posa in opera dei pavimenti in legno, meglio noti come parquet. Parquet è un termine francese che viene utilizzato comunemente anche nel nostro linguaggio, sia scritto che parlato, per definire un tipo di pavimento in legno massiccio oppure in multistrato, con vari spessori che partono in genere da 10 mm fino ad arrivare a 22 mm.

A fianco dei parquet in legno massiccio (monostrato) e quelli in legno multistrato, si possono citare anche i laminati che però, per la loro composizione, non possono essere considerati dei veri e propri parquet. I pannelli in legno massiccio sono composti da un’unica tipologia di legno nobile, mentre quelli multistrato presentano uno strato superiore in legno nobile e altri strati inferiori in legni non nobili. In genere, i legni nobili maggiormente utilizzati per la realizzazione di parquet sono il rovere, l’olivo, il faggio, il teak e la noce.

Per valutare la qualità del parquet, due parametri molto significativi sono lo spessore e le dimensioni dei listelli di legno. Uno spessore alto e dimensioni maggiori significano migliore qualità del pannello stesso. Vediamo i costi per il posizionamento di un parquet sopra il pavimento già esistente.

Stanza con parquet

Parquet sopra il pavimento: come installarlo e quanto costa

Come accennato, esistono due principali tipologie di parquet e cioè quelli in legno massiccio e quelli in multistrato o lamellari. Il primo tipo è ovviamente più costoso in quanto i listelli si ottengono direttamente dal tronco che viene tagliato e lavorato appositamente, mentre il secondo tipo è prodotto dagli scarti del legno lavorato che vengono compattati e sovrapposti tra loro.

Il parquet offre il vantaggio rispetto ad un pavimento in ceramica, che può essere montato anche sopra il pavimento sottostante, con notevole risparmio economico e di tempo. L’unico inconveniente, in questo caso, potrebbe essere rappresentato da un pavimento preesistente in pessime condizioni, con mattonelle troppo usurate e non ben livellate, oppure se si tratta di un pavimento in moquette o in gomma. In pratica, il pavimento preesistente deve essere perfettamente livellato e senza vuoti, scostamenti o scollature tra le mattonelle.

Dopo aver constatato che non siano presenti problematiche, come quelle indicate in precedenza, è sufficiente levigare lo strato superficiale delle piastrelle eliminando la parte liscia e rendendole sufficientemente ruvide, in modo tale da permettere alla colla di far aderire perfettamente le due parti.

Per quanto riguarda la parte economica, per l’installazione e la posa in opera del parquet si deve calcolare il costo del materiale e della manodopera.

Per il materiale si parte da prezzi che variano da un minimo di 7 € circa al metro quadrato per i parquet in legno laminato, fino ad arrivare a un minimo di 80 € al mq per il legno massello. Come potete notare quindi i costi dipendono dal materiale, con una differenza tra legno laminato e legno massello. La differenza esiste però anche tra tipologie diverse di legno. Il rovere costerà meno del noce per esempio, con prezzi per il primo di circa 7-8 € al mq nel caso laminato e a partire dai 30 € al mq in caso di legno massello, contro i prezzi del noce di minimo 10 € al mq per il laminato e più di 60 € al mq per il legno massello. Non dimentichiamo poi che c’è anche l’opzione di optare per il gres porcellanato effetto legno (circa 15-20 € al mq), che tra i tanti pregi ha anche una più semplice manutenzione rispetto al legno.

I costi di installazione invece variano anche in base al tipo di posa e saranno maggiori per quella a spina di pesce con fascia a bindello rispetto a quella classica dritta a tolda di nave (o all’inglese) o alla dritta accostata standard. Un cenno meritano anche i tipi di posa che vengono utilizzati per installare un parquet, che in genere sono tre: a colla, mediante chiodatura/avvitatura e flottante o galleggiante. Il costo della posa può essere calcolato orientativamente a partire da 20 € al mq.

posa pavimento in parquet

La metodologia maggiormente utilizzata attualmente è quella a colla che ha preso il posto di quella a chiodatura. Se invece si vuole una posa meno invasiva e completamente ecocompatibile, si può optare per la posa flottante o galleggiante che non prevede l’uso di colle o altri materiali. Inoltre, quest’ultima è anche più economica rispetto alle altre due.

In conclusione, vista la varietà di prodotti che attualmente sono presenti sul mercato, se si vuole installare nella propria abitazione un pavimento in legno le opzioni e i range di prezzo sono tanti, è sufficiente scegliere quello più adatto alle proprie esigenze

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO