Soppalco in legno: come realizzarlo, quanto costa e cose da considerare

Oggi, le stanze con soffitti molto alti sono diventate una vera e propria moda che consente agli architetti di progettare e realizzare dei soppalchi in modo sicuro e al tempo stesso attento al design dell’abitazione. Rispetto agli altri materiali, un soppalco in legno ha più leggerezza e dona all’ambiente della casa un tocco rustico.

Se non si vuole restringere l’ambiente per creare una zona studio oppure una nuova stanza, la soluzione migliore è proprio la costruzione di un soppalco in legno. Una camera con soppalco è, per esempio, l’opzione più comoda per le famiglie numerose, per poter permettere ai figli di avere stanze separate (evitando così eventuali litigi!).

Soppalco in legno, come realizzarlo e quanto costa

Come si realizza un soppalco in legno

Un soppalco in legno può essere realizzato in vari modi. Può essere fissato al pavimento della stanza (quindi verranno posati dei pilastri portanti) oppure ancorato alla parete (in questo caso le staffe a muro sorreggeranno il peso del soppalco). La seconda opzione risulta essere la più gettonata.

Dopo aver effettuato un sopralluogo preliminare, il tecnico procederà nella realizzazione della struttura di sostegno del soppalco. Tale struttura è composta da travi di sostegno di legno o di metallo, sopra le quali si stenderà la pavimentazione definitiva. Le travi dovranno essere incastrate tramite appositi giunti. La struttura dovrà essere poi fissata alle staffe oppure ai pilastri tramite dei bulloni in acciaio.

A questo punto il tecnico potrà procedere a fissare la ringhiera e la balaustra tramite bulloni di sostegno delle travi, per poi arrivare al passaggio finale, ovvero alla posa dei listoni in legno o del parquet, lucidati e trattati con apposite vernici protettive per garantire un’ottima resistenza nel tempo.

Quanto costa

Il costo di un soppalco in legno varia a seconda della qualità del legno scelto. Ogni legno ha differenti caratteristiche, tra cui delle venature peculiari che andranno ad esaltarne l’eleganza. Tra i legni più utilizzati troviamo l’abete, il faggio, il ciliegio e il noce.

Un’ulteriore distinzione che va ad influenzare il soppalco in legno e i relativi costi può essere determinata dal tipo di essenza. Se è in massello, ci troviamo nel campo dei legni più pregiati. Sono realizzati da un’unica essenza, lavorata dal grezzo per arrivare ad assumere la forma e la dimensione che si desidera. Invece, se è lamellare, significa che è realizzata tramite la compressione di molti strati di legname, e all’esterno troviamo una sottile lamina di legno più pregiato. In questo caso i legni sono più economici, ma ugualmente dotati di un’ottima resistenza.

Alcune regole

Un soppalco in legno prevede una quota minima che oscilla tra i 210 cm e i 220 cm per essere considerato abitabile: dunque, il locale deve essere alto almeno 440-450 cm. La superficie soppalcata non dovrà superare il 30% della stanza, tranne nel caso in cui il soppalco superi i 220 cm. È necessario, inoltre, che il soppalco possieda almeno un lato completamente aperto rispetto allo spazio sottostante.

Anche la luce e il ricambio d’aria devono essere garantiti tramite l’eventuale installazione di finestre e di un sistema di areazione adeguato.

Sarà necessario comunque rivolgersi all’Ufficio Edilizia del proprio Comune per conoscere i parametri e le norme da rispettare per la realizzazione del soppalco in legno. In pratica, non è semplice come costruire una casa in legno sull’albero!

Vantaggi e svantaggi

Il beneficio principale della costruzione di un soppalco in legno consiste nel fatto che la superficie degli ambienti preesistenti non verrà ridotta, consentendo movimento e spazio di libertà.

Il costo di un soppalco in legno è ridotto rispetto alla creazione di una parete divisoria, e i tempi di realizzazione sono decisamente più brevi.

Inoltre, se nel futuro si deciderà di rivendere la casa, il prezzo sarebbe maggiore, poiché la realizzazione del soppalco aumenta il valore dell’abitazione.

Il punto a sfavore di un soppalco in legno potrebbe essere il rumore del piano di calpestio, ma si potrà aggirare il problema utilizzando del materiale fonoassorbente.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO