Stile Boho Chic per la casa: cos’è, come realizzarlo e consigli utili

Spesso sulle riviste di moda e di arredamento si sente parlare di stile Boho Chic. Il termine deriva dall’ unione di due diversi termini: bohemian e chic. Il bohemian è quello stile parigino inconfondibile che nel 1900 andava tanto in voga tra gli intellettuali anticonformisti, filosofi, poeti e pittori.

Lo stile Boho Chic ha visto il suo trionfo però nei primi anni 2000, richiamandosi agli hippie degli anni 70 e impersonato da stelle della moda e del cinema, come Kate Moss e Sienna Miller. Questo stile ha in sé alcune anime ben distintive: originalità, creatività, colore e multiculturalità.

Arredare la propria casa utilizzando questo stile valorizzerà al massimo gli ambienti rendendo l’ abitazione unica e inimitabile. Vediamo quindi alcuni suggerimenti per fare proprio lo stile Boho Chic, proprio come abbiamo fatto per l’altrettanto apprezzato stile Shabby Chic.

Camera in stile boho chic

Stile Boho Chic: i fondamentali

Se vuoi arredare la tua abitazione utilizzando questo stile, ci sono alcune caratteristiche essenziali che è necessario conoscere. Questo non significa che ciascun elemento debba essere utilizzato per il tuo arredamento, ma è bene seguire questi suggerimenti facendosi trasportare dal proprio gusto e soprattutto dalla voglia di sperimentare, che non guasta mai!

  • La contaminazione: questa è la parola d’ordine nello stile Boho Chic. Il giusto mix tra pezzi di mobilio vintage e nuovi sapranno rendere il tuo ambiente “vissuto”, capace di raccontare le storie e le avventure di chi ci vive.
  • Riciclo: per gli amanti di questo stile un pezzo di arredamento non smette mai di vivere. Creatività, pazienza e voglia di sperimentare daranno nuova vita a quei pezzi trovati nella soffitta della nonna.
  • La scelta dei colori: la palette di una casa arredata in stile Boho Chic è estremamente variegata. Lampade, tappeti, fodere, tende: tutto deve richiamare tinte calde con sfumature di arancione, rosso, ma anche blu e viola. Ampio uso anche di elementi tessili che utilizzano pattern etnici che richiamano quelli tradizionali di paesi come India e Marocco.
  • Utilizzo di piante: a farla da padrone in una casa Boho Chic sono le piante. Il verde, infatti, deve essere ad ogni angolo per rendere l’ambiente caldo e un po’ hippie, come in un giardino marocchino.

I materiali dell’arredamento Boho Chic

Arredamento esterno stile Boho chic

Dopo aver visto quali sono i tratti distintivi di questo stile e cosa non può assolutamente mancare per rendere la propria abitazione unica e originale, ecco alcuni materiali che si possono utilizzare per la scelta del mobilio.

  • Cuscini: grandi, morbidi e colorati: dalla pelliccia sintetica, ad un cotone lavorato l’importante è la fantasia negli accostamenti e nella scelta delle nuance!
  • Tappeti: dai classici tappeti persiani orientali a quelli più moderni con motivi geometrici, un tappeto è quel che non può mancare ai piedi del letto in una casa Boho Chic.
  • Materiali naturali: legno, pelle, cotone, lino, sono questi i materiali con cui si può giocare per rendere il proprio ambiente confortevole, dando un tocco di modernità ma giocando con elementi vintage e di recupero.

Insomma, lo stile Boho Chic si ispira ai viaggiatori hippie degli anni 70: confort, relax, fantasia e libertà non devono mai mancare, anche attraverso gli elementi d’arredo. Così come l’arte: quadri, disegni, sculture. Anche in questo caso si può giocare facendosi ispirare dal proprio gusto e mischiando elementi retrò a grafiche più moderne e ricercate, sempre con un occhio di riguardo alla creatività. Come detto, questi sono solo suggerimenti perché nello stile Boho Chic non esiste una vera e propria regola se non un mix di stili e tempi, materiali e colori per avere un risultato unico ed estremamente personale.